Come difendersi dalle malattie alimentari

di Silvana Commenta

Sappiamo già che la cottura dei cibi è fondamentale per proteggerci dal rischio di contrarre infezioni alimentari; tuttavia gli alimenti possono venire contaminati da agenti tossici anche dopo essere stati cucinati, ad esempio perchè maneggiati con i medesimi utensili impiegati per gli alimenti crudi, o possono rimanere infetti perchè le tossine nocive da essi portate resistono al calore.

Per questo motivo è importante osservare alcune fondamentali norme igieniche durante l’intero percorso del cibo dal negozio alla nostra tavola:

  • valutate attentamente la qualità dei prodotti alimentari che acquistate; uova, frutti di mare e carni sono tra gli alimenti a più alto rischio di contaminazione;
  • non consumate carne, uova e molluschi crudi o poco cotti;
  • lavate bene le mani prima di toccare il cibo;
  • lavorate gli alimenti cotti con utensili diversi rispetto a quelli utilizzati per i cibi crudi;
  • evitate ogni contatto tra alimenti crudi e cotti;
  • non mescolate gli alimenti con un cucchiaio precedentemente utilizzato per assaggiarli;
  • lavate scrupolosamente tutti gli utensili utilizzati per trattare cibi crudi;
  • non indossate anelli, orologi e bracciali mentre cucinate;
  • non cucinate gli alimenti con troppo anticipo rispetto al momento in cui intendete consumarli;
  • utilizzare coperchi o pellicola trasparente per coprire i cibi conservati in frigorifero;
  • tenere i rifiuti lontano dal luogo di preparazione degli alimenti
  • non consumate oltre la data di scadenza i prodotti che hanno le uova come ingrediente base.

Infine, tenete conto che gli alimenti acquistati presso piccole botteghe artigiane e mercati possono presentare, pur offfrendo maggiori garanzie di genuinità, maggiori rischi di contaminazione rispetto ai prodotti alimentari acquistati presso i supermercati, grandi o piccoli che siano. Questi ultimi infatti vengono sottoposti a numerosi controlli prima di essere portati sugli scaffali. Resta fondamentale anche in questo caso che si osservino le adeguate norme per la conservazione degli alimenti e persino per il loro trasporto dopo l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>