Ecco perchè le diete falliscono

di Silvana 2

Un gruppo di ricercatori della Boston University School of Medecine ha dimostrato che alternare diete più o meno restrittive a periodi in cui si indulge senza troppi problemi a cibi dolci ed elaborati causa nell’organismo uno stress simile a quello di una crisi di astinenza da droga o alcol; fenomeno che spiegherebbe perchè molte diete falliscono.

Lo studio però è stato condotto su topolini da laboratorio, 155 per la precisione, divisi in due gruppi: al primo sono stati dati per due giorni cibi dolci e gustosi e, successivamente, cibo più equilibrato dal punto di vista nutrizionale per un periodo di cinque giorni. Un secondo gruppo ha avuto solo cibo “normale” per tutta la durata dell’esperimento. Risultato? I topolini del primo gruppo, nel passaggio dal cibo ipercalorico a quello più sano mostravano rifiuto verso quest’ultimo e segni d’ansia.

Ma cosa accadeva esattamente durante la pausa dai cibi gustosi? I topolini mostravano un’aumentata secrezione di un ormone, la corticoliberina, precursore della corticotropina un neurotrasmettitore coinvolto nella risposta a stress, ansia e paura da parte dell’amigdala, una delle strutture cerebrali deputate alla gestione delle emozioni. Questo meccanismo neurologico potrebbe essere, secondo Piero Cottone, uno dei ricercatori della Boston University School, alla base delle repentine interruzioni delle diete ipocaloriche; soprattutto di quelle cui si ricorre alla ricerca di un dimagrimento dopo un periodo di stravizi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>