Allenare i muscoli con il metodo Matevo

di Redazione Commenta

Oggi torniamo a parlare di metodi di allenamento per tonificare la muscolatura e lo facciamo con il metodo Matevo, un ottimo sistema per mantenersi in forma.

Il nome di questo allenamento, Matevo, deriva dalla fusione delle parole “matematica” ed “evolutiva”, sulle quali l’ideatore Bartolomeo Davide Bertinetto ha sviluppato la disciplina; il Matevo, infatti, si basa su alcune formule di calcolo in gradi di disciplinare l’aumento di carico e di macronutrienti necessari per la costruzione di un nuovo tessuto muscolare.

Questo metodo di allenamento coinvolge tutti i gruppi di muscoli e, al contrario di molte esercitazioni che sollecitano il corpo in modo estremo, il Matevo struttura il training in maniera graduale, aumentando il carico poco a poco e, infatti, è in grado di assicurare dei risultato a lungo termine, ovviamente se accompagnate da un’alimentazione naturale e sana.

Proprio per il fatto che gli allenamenti vengono eseguiti con un carico di lavoro graduale, gli infortuni sono molto rari: tutti gli esercizi del metodo Matevo non spingono mai troppo né sui legamenti né sulle articolazioni, entrambi più fragili dei muscoli e quindi con recupero lento in caso di infortuni.

Il metodo Matevo è strutturato in cicli annuali durante i quali il carico di lavoro per i muscoli aumenta; sono previsti anche dei periodi di riposo per far defaticare corpo e mente. Un altro principio fondamentale del metodo Matevo è che il programma si fonda su un esercizio base dal quale partono, poi, tutti gli esercizi. L’esercizio base consiste nella distensione su una panca piana con un bilanciere sul quale andranno poi stabiliti i carichi in base ad alcuni calcoli percentuali.

Come specifica il suo inventore Bertinetto, il metodo Matevo andrebbe seguito per una paio d’anni prima di arrivare ad uno sviluppo muscolare considerevole, non solo per il  bello di avere dei muscoli, ma anche per la salute; spiega, infatti, lo stesso Bertinetto:

Puntualizzo che il metodo non ha solamente fini estetici, ma è soprattutto rivolto alla salute. È una vera e propria terapia anti-invecchiamento che agisce prima di tutto sul profilo ormonale del soggetto che vi si sottopone.

La frequenza di allenamento? Il tempo da dedicare ai pesi deve essere al massimo tre volte alla settimana con dieci minuti di attività aerobica all’inizio e alla fine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>