La dieta non funziona, ecco cosa fare

di Valentina

Talvolta la dieta, per quanto seguita in modo serio non sembra funzionare. Dove si sbaglia? Quali sono gli errori più comuni? Scopriamoli insieme per capire se il colpevole del nostro eventuale non perdere peso è da ricercare in un approccio sbagliato.

Evitare il fai da te quando possibile

Partiamo da un presupposto: se si hanno determinate patologie o un numero di chili importanti da perdere è meglio chiedere aiuto a un nutrizionista o ancor meglio a un dietologo che possano indicare la giusta strada per perdere peso. Ma soprattutto nel caso si parta con un percorso fai da te, è necessario comprendere che diversi comportamenti che si pensa siano salutari nascondo in realtà insidie importanti. Il primo errore che si fa? Quello di porsi degli obiettivi poco ragionevoli.

È importante ricordare che non si può pensare di perdere tutto e subito: è importante porsi degli obiettivi di perdita di chili adeguati. È come per qualsiasi altra attività: se ci si pongono dei traguardi troppo distanti non si riuscirà. Per questo motivo, soprattutto per quel che riguarda il dimagrimento, il consiglio è quello di porsi degli obbiettivi minori in portata in modo tale di ottenere una perdita sana e capace di resistere nel tempo: In questo modo potranno essere raggiunte varie tappe che aiuteranno a proseguire nel percorso grazie anche alla soddisfazione ottenuta. A questo deve essere aggiunto un piccolo consiglio: per avere messaggi veritieri dalla bilancia, usatela sempre alla stessa ora e senza vestiti.

Attenzione ad abitudini alimentari sbagliate

Parliamo ora di abitudini alimentari: è importantissimo, per far sì che una qualsiasi dieta riesca, che non vengano saltati i pasti e questo è valido tanto per la prima colazione, basilare per ottenere energia da spendere durante la giornata, quanto per i pasti principali. In questo modo si ottiene solo di avere più fame poi.

Non bisogna lesinare poi sull’acqua da bere evitando però il più possibile bevande gassate che potrebbero contenere zuccheri nascosti: allo stesso modo è bene osservare con attenzione le etichette soprattutto per ciò che concerne i cereali della colazione, gli yogurt e addirittura la salsa di pomodoro.

La frutta, benefica per qualsiasi regime dietetico, potrebbe fare brutti scherzi: non tutte le sue varietà sono adatte a una dieta ed è importante anche il modo in cui viene consumata. È perfetta per essere mangiata come spuntino, meno a fine pasto. E come sempre è bene fare attenzione al cibo light: difficilmente lo è davvero e diventa necessario anche in questo caso guardare bene l’etichetta. Questo perché per qualche grasso in meno si rischia di consumare qualche zucchero in più.

E la bilancia rischia di accorgersene.