Tuo figlio storce il naso davanti alla carne? Prova con un hamburger è gustoso, ricco di proteine indispensabili per la crescita e mette più allegria della solita bistecca. Ed è anche light. Conferma la dot­toressa Diana Scatozza, specialista in scien­za dell’alimentazione:

«In media, fornisce tra le 120 e le 130 calorie per 100 grammi. Attenzione, però: questo vale per gli hamburger cucinati in ca­sa, non per quelli dei fast food, che in gene­re sono più ricchi di grassi».

Semaforo ver­de, dunque, per i burger casalinghi: compresi quelli surgelati, che conservano ottime ca­ratteristiche nutritive.

«Possiamo servirli ai nostri figli fino a 4 volte alla settimana, stan­do attenti ad introdurre negli altri pasti il pe­sce e le proteine vegetali dei legumi»

 spie­ga la dottoressa Scatozza. Incuriosita? Vuoi scoprire come cucinare al meglio il piatto di carne più sfizioso? Leggi qui.

Quando pensiamo al­l’hamburger, ci vengono subito in mente gli Stati Uniti. In realtà, ad inventare questo modo di mangiare la carne furono i tar­tari, antica popolazione nomade dell’A­sia centrale. La polpetta di carne maci­nata assunse il nome di hamburger nel primo Ottocento, quando divenne il piat­to più in voga presso i marinai di Am­burgo. Solo successivamente, gli immi­grati tedeschi la diffusero in America.

 Prima di metterlo in padel­la, forma con il dito un incavo al centro: cuocerà in maniera più uniforme. Non sai regolarti sui tempi? Occorrono circa 6-8 minuti per un hamburger al sangue, 10- 12 minuti per la media cottura e 12-14 per­ché la carne sia ben cotta. Se il tuo bambino non lo mangia volentieri, prova a proporglielo così: taglia mezza cipolla a fettine sottili, passala in poca farina e soffriggi in una padella, con un filo d’olio. Aggiungi una manciata di pomodori tagliati a cubetti e prosegui la cottura per una decina di minuti. A parte cuoci l’hamburger, poi condiscilo con la salsa.

Un’idea origi­nale? Trita una manciata di foglie di basi­lico, aggiungi un filo d’olio e lascia ripo­sare il composto per qualche minuto. Poi cuoci l’hamburger sulla griglia, spennellandolo con questa salsina. Prima che sia cotto, aggiungi al centro un pezzetto di formaggio chèvre. Spegni il fuoco quan­do comincia a fondere. Spalma il resto della salsa di basilico su una fetta di pa­ne abbrustolito, appoggia sopra l’ham­burger e porta in tavola.

Anche l’occhio vuole la sua parte. Per rendere l’hamburger dei piccoli anco­ra più irresistibile, perché non trasformar­lo in una faccina buffa? Puoi usare due fet­tine di uovo sodo per gli occhi, mezzo pomodorino per il naso e una fettina di cipolla per la bocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>