Griffonia bruciagrassi scacciafame

griffonia

I semi maturi della griffonia contengono grandi quantità di 5-HTP (5-Idrossi triptofano), un diretto precursore del neurotrasmettitore serotonina, uno dei principali mediatori e regolatori del tono dell’umore, del sonno e della fame. Gli estratti di questi semi sono quindi usati in caso di ansia, depressione, insonnia e fame nervosa. Nella medi­cina popolare africana è impiegata come afrodisia­co e nei disturbi gastrointestinali.

La forma più concentrata dell’estratto di griffonia è l’estratto secco, in genere titolato al 10-20% di 5-HTP. Esistono anche forme con maggiore concentrazione, per esempio al 97-98%, ma queste sono destinate a un impiego sotto controllo medico. I semi della Griffonia simplicifolia, grazie al loro contenuto di 5-HTP, placano la fame nervosa, spesso legata a stati depressivi e ansiosi, e caratterizzata da uno smodato desiderio di carboidrati che, se in eccesso, portano a sovrappeso.

La Griffonia è la pianta di chi ingrassa perchè esagera con pane, pasta, dolci, pizze e di chi si abbuffa perchè ha cali dell’umore. Utile anche per il sovrappeso di chi dorme poco e male, perchè in questi casi si riduce del 30% l’ormone anti fame prodotto dal corpo.  

 La posologia varia secondo lo scopo terapeutico: da 100 a 300 mg al giorno di estratto secco titolato in 5-HTP 20%. In commercio la trovi in capsule o in compresse, a volte miscelata con altre erbe.

 

Condividi l'articolo:

4 commenti su “Griffonia bruciagrassi scacciafame”

  1. I like the valuable info you provide in your articles. I will bookmark your weblog and check again here frequently. I’m quite certain I’ll learn many new stuff right here! Best of luck for the next!

    Rispondi
  2. Thanks for every other informative website. Where else may I am getting that type of information written in such a perfect approach? I have a challenge that I am simply now running on, and I’ve been at the look out for such info.

    Rispondi

Lascia un commento