Fanghi vulcanici per combattere la cellulite

Spread the love

 Tra i rimedi naturali contro la cellulite i fanghi rivestono un ruolo di primo piano. In modo particolare, i fanghi vulcanici, sono indicati per prevenire le smagliature e curare la cellulite più ostinata, grazie alla presenza dello zolfo, che viene subito assorbito dalla pelle. Inoltre, questo tipo di fanghi idratano e rilassano il tessuto cutaneo.

La cellulite è un inestetismo molto diffuso tra la popolazione femminile, anche se parlare di inestetismo della pelle non è propriamente corretto. Si tratta, infatti, di una vera e propria patologia e deriva da un’alterazione del derma (tessuto connettivo) e dell’ipoderma (tessuto adiposo). In condizioni di normalità le cellule adipose fungono da riserva di energia per l’organismo, ma in caso di stasi del circolo venoso questa riserva si accumula comprimendo i capillari sanguigni, che cominciano a trasudare il plasma. Quest’ultimo s’infiltra nelle cellule provocando un’infiammazione del tessuto adiposo, innescando un vero e proprio circolo vizioso.

Fanghi vulcanici: proprietà

I fanghi vulcanici, come suggerisce anche il nome, sono naturalmente presenti nelle aree di origina vulcanica e contengono tutti i Sali minerali della terra lavica. Nelle Spa e nei centri estetici vengono utilizzati come trattamento anticellulite, e sono particolarmente efficaci contro la ritenzione idrica.

Fanghi vulcanici: applicazione

Il trattamento anticellulite a base di fanghi vulcanici inizia con l’esfoliazione della pelle, seguita da un massaggio linfodrenante. Solo successivamente, infatti, si passa all’impacco vero e proprio, molto cremoso, che agisce per osmosi. In pratica il fango, a contatto con la pelle, “attira” l’acqua e le tossine in eccesso del nostro corpo. Durante il tempo di posa i Sali minerali presenti nel fango assorbono i liquidi che ristagnano sotto cute e riducono gli edemi e i gonfiori. Dopo il tempo di posa, l’impacco viene rimosso e l’azione anticellulite viene potenziata dall’applicazione di un gel ad effetto drenante e da un ulteriore massaggio.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento