Giocare a Tetris aiuta a dimagrire

Avete presente il famoso gioco Tetris? Bene, oltre che per passare tempo, sarebbe utile per dimagrire. A sostenerlo è una ricerca condotta dagli psicologi della Plymouth University, secondo i quali basterebbero pochi minuti trascorsi a giocare con questo videogioco per allontanare la voglia di dolce e di mangiare.

Alzi la mano chi non ha mai giocato a Tetris, il famoso videogioco nel quale bisogna incastrare dei blocchi colorati! Adesso, una recente scoperta di un team di psicologi ha dimostrato che Tetris sarebbe utile, oltre a passare il tempo, anche ad aiutarci a dimagrire. Il motivo sarebbe da ricercare nel fatto che, giocando anche solo per pochi minuti, nel nostro cervello si allontanerebbe la voglia di mangiare golosità.

Il team di psicologi che ha condotto l’indagine ha chiesto a un campione di volontari di valutre la loro voglia di mangiare e di definirne l’intensità; poi a una parte dei pazienti è stato chiesto di giocare a Tetris, mentre l’altra parte è stata fatta sedere davanti allo schermo del pc ma di fatto non hanno giocato.

Dopo tre minuti ai pazienti è stato chiesto di nuovo di definire il loro desiderio di mangiare e dalle loro dichiarazioni è emerso che coloro che avevano giocato a Tetris avrebbero avuto un calo del 24 per cento del desiderio di mangiare rispetto a coloro che non erano riusciti a giocare. Secondo i medici questo sarebbe dovuto al fatto che la stimolazione visiva data da Tetris è in grado di ridurre la voglia di mangiare.

Ecco come i medici hanno spiegato i risultati dello studio:

Gli episodi di ‘desiderio’ normalmente durano solo pochi minuti, durante i quali un individuo visualizza ciò che vuole e il piacere che ciò potrebbe arrecargli. Giocare a Tetris, anche se solo per pochi minuti, impedisce al cervello di creare immagini allettanti, e senza di esse, la voglia si attenua.

Gli psicologi che hanno condotto questo studio, pubblicato sulla rivista scientifica “Appetite”, si sono detti ottimisti sull’applicazione di questo metodo sia per chi è a dieta che per chi ha problemi più gravi come l’abuso di alcool o di sigarette.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento