Digiuno, una tecnica per prevenire il diabete

di Redazione Commenta

Digiunare fa bene alla salute. Qualcuno sostiene il contrario, soprattutto appena sente bussare i morsi della fame. Eppure secondo i ricercatori dell’Heart Institute dell’Intermountain Medical Center di Murray (Utah, Usa), il digiuno, se programmato ed effettuato sotto stretto controllo, riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e di malattie coronariche.

Non stiamo quindi parlando di saltare il pasto occasionalmente o di regimi alimentari improvvisati, ma di un digiuno studiato, magari proprio da un medico. Il motivo di questo risultato? Non mangiare provoca la fame, ovviamente, e il nostro corpo in risposta produce più colesterolo, permettendo così di utilizzarlo come fonte di combustibile al posto del glucosio. Questo meccanismo fa diminuire le cellule adipose: meno se ne hanno, meno è probabile che si sviluppi il diabete.

Questa teoria è supportata da dei dati.  Dopo 24 ore di digiuno, i volontari (230 in tutto) hanno mostrato un aumento dei livelli di colesterolo cattivo (o Ldl, lipoproteine a bassa densità), ma anche di quelli del colesterolo “buono” (o Hdl, lipoproteine ad alta densità) del 14% e del 6% rispettivamente, alzando il colesterolo totale. Questi risultati sono stati elaborati dopo uno studio molto complesso iniziato nel 2007. All’inizio era stata mostrata l’associazione tra il digiuno e la riduzione del rischio delle malattie coronariche. Horne, autore  e coordinatore del progetto, ha spiegato:

Questi nuovi dati dimostrano che la nostra scoperta iniziale non era casuale. Ci vorranno ulteriori studi per comprendere appieno la reazione del corpo a digiuno e il suo effetto sulla salute umana.

È davvero una nuova frontiera, perché con questo studio si potrà iniziare a introdurre il digiuno all’interno della propria dieta come trattamento per la prevenzione di diabete e malattie coronariche e non solo come mera tecnica di purificazione. Il consiglio che posso darvi, mentre aspettiamo che la scienza faccia ancora qualche passo avanti, è quello di bere molto e di non fare mai scelte drastiche senza il consiglio di un esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>