La dieta Zig Zag per ingannare il metabolismo

di Redazione Commenta

Perdere un paio di chili, per molte persone, è più complicato di qualsiasi altra cosa. Quante volte vi siete innervositi (silenziosamente) nel vedere un’amica magrissima e mangiare di tutto? Si chiama metabolismo e purtroppo non ci si può far nulla, se non stare attenti alla propria alimentazione e fare un po’ di sport. Nel mare magnum delle diete c’è un nuovo regime alimentare che confonde l’organismo aiutando la perdita di peso. Si chiama Zig-Zag.

La dieta Zig-Zag è stata ideata da una nutrizionista e personal trainer indiana, Samreedhi Goel, ed è una chiara risposta a tutti quei regimi nutrizionali che mirano al digiuno e al sacrificio. Serve davvero privarsi del cibo per perdere peso o ci sono delle strategie più efficaci? Di sicuro non mangiare non è la scelta giusta, però anche esagerare non fa di certo bene. Come sempre la verità sta nel mezzo.

Su questa logica Samreedhi Goel ha studiato una dieta molto elastica e prevede che a un pasto abbondante ne segua uno ipocalorico e viceversa. In questo modo il corpo non si abitua a consumare sempre un determinato numero di calorie e il metabolismo dovrebbe continuare a lavorare un po’ più velocemente, senza assestarsi. Questa tecnica dovrebbe far perdere i chili di troppo e posizionarsi come alternativa a certi regimi molto serrati.

Le regole della dieta Zig-Zag

Il caos ha bisogno di molto ordine per funzionare. Prima cosa i pasti devono sempre essere regolari e ogni pranzo, o cena, deve contenere almeno tre elementi dei principali gruppi alimentari. I carboidrati devono essere assunti in modo moderato e le porzioni devono essere contenute. Inoltre, si deve fare un conteggio delle calorie e ogni giorno deve cambiare la quantità di assunzione. Se lunedì consumerete 1200 calorie, magari mercoledì 1600, martedì 1300 e così via. Potete concedervi il lusso di fetta di torta o di un panino del fast food, ciò che conta è che i conti tornino.

Tutte le diete, che lavorano su un principio di fame, privano il corpo del nutrimento necessario Anche se si raggiunge una sufficiente perdita di peso, è difficilmente poi riuscire a mantenerla. Oltre a ciò, il tasso di metabolismo scende e si tende a iniziare a soffrire di bassi livelli di energia, morsi della fame e aumento di peso, risultato di un corpo che reclama vendetta.

Ha spiegato la nutrizionista che ricorda anche un’ultima regola: bisogna fare sport. Non è possibile mangiare e non muoversi perché ovviamente il nostro corpo non sarà aiutato a bruciare calorie. È un po’ come fare il pieno a una macchina e poi tenerla accesa in folle. Per consumare il carburante è meglio farla viaggiare, anche a velocità diverse. Infine, un ultimo consiglio: se avete particolari problemi di salute astenetevi dal fai-da-te e seguite sempre le indicazioni del medico.

I rischi

La dieta Zig-zag ovviamente ha diversi rischi. Il primo tra tutti è che possa trasformarsi un vero e tira e molla privo di controllo. Come saprete perdere peso velocemente, può essere davvero deleterio. Nella maggior parte dei casi il fai-da-te si traduce non solo nel recupero del peso perso, ma in un aumento della massa grassa, molto difficile da smaltire in futuro. E poi c’è anche un altro problema: può diventare facilmente una mania.

Non privarsi del piacere della buona tavola è corretto. La dieta non può e non è un momento di agonia, ma il tentativo di salvaguardare la propria salute. È bene quindi farsi sempre seguire da un medico e considerare una serie di variabili, come lo stile di vita, la corporatura ed eventuali disturbi (intolleranze, anemia, diabete, colesterolo alto e altro). Solo così si potrà avere un quadro chiave e capire come affrontare il regime alimentare più corretto.

[Fonte: LaStampa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>