Dieta volumetrica per tagliare le calorie mangiando

di Daniela Commenta

La dieta volumetrica è un regime dimagrante creato negli Stati Uniti da Barbara Rolls e Robert Barnett; questo programma si basa sul consumo di alimenti poveri di calorie ma in grado di saziare. Non si tratta, dunque, di una dieta da fame, bensì di un programma che permette di mangiare e di sentirsi sazi pur tagliando le calorie.

La dieta volumetrica, come suggerisce il nome, si basa sulla volumetria, ossia la relazione tra il volume di un cibo e la sua capacità di saziare e le sue calorie. Ad esempio, 100 calorie di uva possiedono un valore e un peso maggiore rispetto alle stesse calorie di uva passa e pertanto è più saziante. In pratica, meno acqua contiene un piatto e più calorie avrà per unità di peso risultando, in questo modo, meno saziante.

Questa dieta è facile da seguire perché garantisce un alto indice di sazietà; inoltre è ricca di nutrienti e può aiutare a prevenire alcune malattie come il diabete e l’ipertensione.

Per seguire con successo la dieta volumetrica bisogna tenere a mente alcune indicazioni:

  • i principali componenti che rendono un piatto meno calorico sono l’acqua e le fibre; al contrario, quello che fa aumentare le calorie sono i grassi e l’olio.
  • Tra i cibi raccomandati dalla dieta volumetrica ci sono la frutta, la verdura, le minestre, le carni magre e i prodotti caseari scremati, tutti cibi ricchi di proteine e molto sazianti.
  • Molto importante è scegliere un cibo che sazia di più rispetto a uno che sazia di meno; ad esempio invece di due pezzi di pizza, mangiatene uno solo accompagnandolo con dell’insalata verde dall’alto potere saziante, oppure iniziate il pasto con un piatto di minestra.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>