La dieta per chi va in vacanza in montagna e fa sport all’aria aperta

di Mariposa Commenta

colazione montagna

Quale può essere la dieta giusta per le vacanze in montagna? Di solito questo genere di ferie fa rima con sport e vita all’aria aperta. Ad alta quota le temperature sono più fresche e il corpo ha bisogno di un’alimentazione un po’ più calorica, soprattutto se avete in programma di bruciare molto nel corso della giornata. Come deve quindi essere impostata l’alimentazione?

 

La colazione deve essere un pasto molto ricco: potete quindi farvi qualche fetta di pane e marmellata, mangiare dello yogurt con frutta secca e frutta fresca, ottima una fetta di torta o delle fette biscottate con la nutella, se il fisico lo permette. Da bere? Tè, caffè con il latte e una spremuta d’arancia. A pranzo se avete previsto un pic nic andrà benissimo un panino. Ricordate però di portarvi dell’acqua, per essere sempre giustamente idratati, e della frutta fresca di stagione (mele, banane, pesche, prugne o ciò che preferite).

Nel panino, magari, aggiungete qualche verdura grigliata o delle fettine di un formaggio locale, che di solito sono estremamente ricchi di vitamina D e sanno di latte. Se invece siete in una baita o mangiate a casa, potreste pensare a un piatto unico, ricco di carboidrati: potrebbe essere una pasta con un sugo a base di funghi, ma anche dei canederli in brodo o accompagnati a qualche prelibatezza. La sera i carboidrati vanno evitati, mentre potreste puntare sulle proteine: nelle località alpine fanno degli ottimi piatti a base di carne, dagli spezzatini alla selvaggina in umido. Un bicchiere di vino o una birra è concessa, mentre i superalcolici non sono proprio opportuni. Non perdete anche “La dieta per chi va in vacanza al mare, tra frutta e pesce fresco“.

 

Photo Credit | Thinkstock