La dieta delle pappine delle dive di Hollywood

di Daniela Commenta

Dalle dive di Hollywood arrivano sempre diete particolari per non dire assurde, proprio come questa della quale vogliamo parlarvi oggi. Si tratta della Baby food diet, meglio conosciuta come dieta degli omogeneizzati o delle pappine; in pratica consiste nel mangiare durante la giornata soltanto gli omogeneizzati per bambini con eccezione di un solo pasto completo, naturalmente ipocalorico.

La dieta delle pappine è stata ideata dalla guru del fitness Tracy Anderson e promette di far perdere fino a nove chili in sei settimane e, neanche a dirlo, è stata subito sperimentata dalle dive di Hollywood come Jennifer Aniston e da star della musica come Lady Gaga.

Questa dieta consiste nel mangiare omogeneizzati per bambini a intervalli brevi e regolari nel corso della giornata e nel consumo di un solo pasto completo ipocalorico. Va da sé che il metodo Baby food diet, per quanto faccia dimagrire, è assolutamente dannoso per la salute in quanto totalmente squilibrato e incapace di fornire all’organismo i nutrienti di cui ha bisogno. Gli omogeneizzati, che specifica l’ideatrice della dieta non devono essere preparati in casa, contengono sì poche calorie e grassi, ma sono adatti all’alimentazione di un bebè e non certo di un adulto sano.

I nutrizionisti sono concordi nello sconsigliare la dieta degli omogeneizzati: anche scegliendo quelli più ricchi di proteine e di nutrienti non fa bene: primo perché mangiare solo pappine per bebè lascia l’apparato digerente inattivo e non fa lavorare l’intestino, secondo perché mangiare solo omogeneizzati può avere effetti depressivi sull’umore.

In casi normali, per dimagrire, enon ci stancheremo mai di ripeterlo, basta un’alimentazione sana ed equilibrata accompagnata da un’attività fisica regolare e non certo dal consumo di sole pappine per neonati.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>