La dieta dell’olfatto per perdere peso velocemente

di Daniela Commenta

La dieta, si sa, dipende da molte variabili, come il fabbisogno calorico, lo stile di vita e anche l’olfatto; proprio così: anche questo senso, come del resto la vista, può essere utile per aiutarci a perdere peso, addirittura velocemente. La dieta dell’olfatto o dieta S, infatti promette di dire addio ai chili di troppo in breve tempo.

La dieta S, infatti, permette di perdere peso grazie all’olfatto e, pare, sia in grado di farlo due volte più velocemente rispetto alle diete classiche. L’efficacia di questa dieta è stata studiata su 90 donne dai ricercatori di Sprim Italia e i risultati sono stati presenti in occasione del VIII Forum di Nutrizione Pratica.

La dieta si basa su un approccio nuovo al dimagrimento, non a caso la S del nome si deve alle iniziali dei tre principi fondamentali per mantenersi in forma, ovvero smell, science e sexy. Il punto più importante di questa dieta è il senso dell’olfatto, utile per gustare il modo completo il cibo e per riattivare il metabolismo. La dieta dell’olfatto dura tre mesi ai quali bisogna aggiungere ulteriori 90 giorni di mantenimento per consolidare i risultati ottenuti con il regime nel tempo.

In realtà, l’importanza dell’olfatto nei processi di dimagrimento non è una novità; anche uno studio condotto dall’Università di Portsmouth ha confermato l’importanza di questo senso nella dieta. La ricerca ha coinvolto 60 persone e i risultati sono stati sorprendenti; le persone obese o a digiuno, infatti, sono risultate avere un olfatto molto più sviluppato rispetto a coloro che, invece, avevano un peso nella norma, questo perché le persone che hanno fame o che sono in sovrappeso, hanno bisogno di consumare il cibo anche attraverso il naso a causa di un ormone, la grelina, coinvolto nel determinare il senso di fame e coinvolto con l’olfatto.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>