Contro la fame nervosa usa willow

di Siry Commenta

 

Diffuso nelle zone umide, lungo i corsi d’acqua e vicino alle paludi, il salice giallo e un albero alto ed elegante dalla crescita rapidissima. Con le sue piccole foglie strette e lanceolate, che ondeggiano sui rami lunghi e flessibili dal tipico colore giallo-uovo, questa pianta trasmette un’impressione di continuo movimento ed energia. Un’a­naloga carica di energia è attivata da Willow, il fiore di Bach preparato con i fiori del salice.

Il rimedio preparato con le infiorescenze del salice giallo scioglie la collera che spesso cerchiamo di compensare con le abbuffate. Riattivando anche stomaco e intestino. Non  c’è niente di più dannoso per la linea che sedersi a tavola arrabbiati o nervosi. Quando si è di malumore, infatti, il cibo rischia di diventare una “valvola di sfogo” del risentimento, che spinge a mangiare in modo esagerato quasi a voler scaricare tutta la frustrazione accumulata.

A questa forma di “fame rabbiosa” vanno soggette, in particolare, certe persone permalose, che si offendono e “se la legano al dito” per qualunque osservazione o giudizio nei loro confronti. E quando qualcosa va storto nella loro vita quotidiana se la prendono eccessivamente, rimuginando in silenzio e sentendosi vittime della sfortuna. Il rischio, in questa casi, non è solo quello di cercare un ingannevole “risarcimento” alimentare ma anche e  somatizzare l’amarezza e il rancore sullo stomaco e sul fegato.

Il risultato: Rallentare la funzione digesti­va e rendere difficile lo smaltimento delle tossine che appesantiscono linea e metabolismo. Un rimedio molto utile per sciogliere i sentimenti di rabbia e rancore che si trasformano in fame è costi­tuito appunto willow, un fiore di Bach dall’azione riarmo­nizzante e “addolcente”, in grado di attivare una vi­sione più positiva e ottimista della vita e di favorire una maggiore empatia, comprensione e capacità di relazionarsi con gli altri. Senza più bisogno di cercare consolazione svuotando il frigorifero. Per chi è consigliato e quando?

  • In caso di rabbia, rancore e amarezza che “pesano sullo stomaco”
  • Per chi mangia troppo quando è di malumore
  • Per le persone pessimiste, lamentose, che tendono a “fare le vittime”
  • Per chi è incapace di perdonare e diventa “acido”
  • Come coadiuvante in caso di disturbi epatici e biliari e per sciogliere le rigidità che si scaricano anche a livello addominale, bloccando l’intestino.

In caso di tensioni o conflitti, invece di “mandare giù rabbia” e sfogarti con dolci e cioccolata, prova ad alleggerire l’atmosfera diffondendo nell’aria le vibrazioni rasserenanti di Willow. Versa 10-15 gocce del rimedio in uno spruzzatore pieno d’acqua e nebulizzalo nell’ambiente più volte al giorno. Willow è ideale in cucina e nella zona pranzo se tendi a mangiucchiare mentre stai ai fornelli o se affronti i pasti con tensione. Versa 2 gocce di Willow in una boccetta con contagocce da 30 ml; aggiungi 2 cucchiaini di brandy e riempi con acqua minerale naturale. Assumi il composto per almeno 3 settimane, nel dosaggio di 4 gocce 4 volte al giorno, sempre lontano dai pasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>