Cardo mariano per proteggere il fegato

di Daniela Commenta

Il cardo mariano, chiamato anche carciofo selvatico è un’erba aromarica particolarmente efficace per chi soffre di problemi al fegato; questa pianta infatti, è in grado di proteggere il fegato dalle sostanze tossiche e di svolgere un’azione antiossidante.

Il cardo mariano, è una pianta molto comune nei Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, e in fitoterapia vengono utilizzate le sommità fiorite e i semi. I componenti principali del cardo mariano sono una miscela di prodotti di condensazione chiamata silimarina, e discrete quantità di lipidi polinsaturi.

Grazie alla presenza di silimarina, il cardo mariano esercita una forte azione protettiva nei confronti del fegato, proteggendone le cellule dalle sostanze tossiche; la silimarina viene assorbita per via orale e poi secreta attraverso la bile.

La silimarina, infatti, esercita un effetto stabilizzante sulle membrane delle cellule del fegato che, quindi diventano capaci di respingere gli attacchi dei radicali liberi e di altre sostanze che possono provocare danni di tipo infiammatorio a carico del fegato.

Tisana di cardo mariano con i semi

La tisana di cardo mariano con i semi della pianta si prepara così: versate due cucchiaini di semi di cardo mariano in una tazza insieme a 150 ml d’acqua quasi bollente, lasciate riposare per un quarto d’ora e poi filtrate. La tisana di cardo mariano è ottima per il fegato, e va bevuta tre volte al giorno mezz’ora prima dei pasti per tre settimane.

Tisana di cardo mariano con la pianta essiccata

La preparazione della tisana di cardo mariano con la parti essiccate si prepara quasi come quella con i semi: unite mezzo cucchiaino di pianta essiccata e tritata e una tazza d’acqua bollente, fate riposare per dieci minuti e poi filtrate; bevetene due o tre tazze al giorno.

Tintura di cardo mariano

Se soffrite di calcoli alla cistifellea usate la tintura di cardo mariano; fate macerare per dieci giorni 20 g. di semi tritati in 100 ml di alcool al 60%; trascorso il tempo di macerazione filtrate e assumete 20 gocce fino a tre volte al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>