Nasce un blog dedicato ai disturbi alimentari

di Redazione 3

E’ nato da poco un blog per sostenere tutte le persone che soffrono di disturbi del comportamento alimentare come la bulimia e l’anoressia, patologie molto pericolose, che portano ad uno stato di pericolosa malnutrizione e anche alla morte.

Il blog è gestito dalla utenti della comunità della “Casa delle farfalle”, una struttura residenziale dell’Assl numero 10 del Veneto Orientale per il trattamento dei disturbi alimentari. E’ un luogo virtuale in cui incontrarsi e relazionarsi con altre persone che vivono gli stessi problemi.

La comunità di Portogruaro e l’ambulatorio, punto di rifermento per la cura e riabilitazione dei disturbi del comportamento alimentare e del peso, è attiva da diversi anni, ma l’idea del blog nasce recentemente con lo scopo di aiutare non solo le ragazze della “Casa delle farfalle”, che in questo modo hanno la possibilità di comunicare il proprio disagio e i progressi fatti, ma anche chi soffre di disturbi alimentari e ha bisogno di un sostegno.

Le ragazze della “Casa delle farfalle”, infatti, sono seguite da operatori specializzati che ogni giorno solo al loro fianco per aiutarle a superare le difficoltà del percorso riabilitativo, sia dal punto di vista alimentare che psicologico.

Appena si accede al blog, ci sono una serie di video che trasmettono un modello di donna basato sull’eccessiva magrezza come simbolo di perfezione fisica. A tal proposito una ragazza scrive:

Ecco quello che i mass media ci fanno vedere, ci fanno credere ragazze perfette, modelle senza difetti ma tutto ciò è solo e soltanto finzione, menzogna è un mondo completamente falso, costruito, troppo perfetto per essere vero. L’imperfezione fa parte della nostra unicità.

Il blog della “Casa delle Farfalle” vuole essere anche una risposta ai tanti blog nati dichiaratamente a favore dell’anoressia, che possono costituire una reale minaccia di peggioramento della malattia, oltre che uno spazio per soffermarsi in modo ossessivo sui suoi sintomi.

Commenti (3)

  1. io ho bisogno di aiuto ma non so da dove cominciare…

    1. Ciao Cri,

      Sai di aver bisogno di una mano, e sicuramente questo, è il miglior modo per cominciare. Vuol dire che hai voglia di vivere e di reagire, nonostante le difficoltà. Il consiglio che posso darti, è di parlarne con i tuoi genitori, e di rivolgerti ad un centro specializzato. Non avere paura di essere rimproverata, chi ti sta accanto vuole solo il tuo bene, e anche tu devi volerlo.

  2. salve…ho da poco compiuto 28 anni e sono stanca di convivere con qst brutta malattia che mi corrode dentro e fuori…ho alle spalle già 2 ricoveri ma entrambi con risultati temporanei…sono bastati un paio di mesi dopo il ritorno a casa per ritornare al punto di partenza… ora ho bisogno di aiuto ma mi vergogno di me stessa per essere così debole e non so più a chi rivolgermi!!! sono ogni giorno più triste e amareggiata…che posso fare per riprendere in mano la mia vita??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>