Arriva il cioccolato light con pochi grassi

di Redazione Commenta

Grandi e piccini ne sono irrimediabilmente attratti, talvolta con effetti rovinosi sulla dieta… stiamo parlando del cioccolato, il cibo degli dèi. Ma per i golosi arrivano buone notizie! In Inghilterra, infatti, è stata messa a punto la prima tavoletta di cioccolato light, con il 50% di grassi in meno rispetto a quelle tradizionali. L’invenzione è degli scienziati della Warwick University, che hanno testato il brevetto per ridurre l’apporto calorico di questa prelibatezza per il palato, ma senza sacrificare il gusto.

A questo punto, ci chiediamo: come hanno fatto? Il 50% dei grassi in meno, infatti, è assicurato una particolare formula di confezionamento. Il burro e il latte sono stati sostituiti con micro goccioline di succo di arancia e mirtilli rossi dal diametro inferiore ai 30 micron. L’aspetto di questo cioccolato è del tutto simile a quello delle tavolette tradizionali, mentre il sapore è leggermente diverso, e sa di succo di frutta. Per chi non ama questo retrogusto, gli scienziati hanno pensato di sostituire i succhi con acqua o vitamina C, che lascerebbero inalterato il sapore della cioccolata.

Di domanda, a dire il vero, me ne sorge un’altra… ma perché accontentarsi di un surrogato quando possiamo gustare del buon cioccolato fondente “vero”? Il segreto, come dico spesso, è non esagerare. Non è la quantità che conta, ma il gusto. 2 quadratini di cioccolato non ammazzano nessuno, contengono all’incirca 40 Kcal e pochissimi grassi, tant’è che sono consigliati anche nelle diete dimagranti.

Cioccolato fondente: calorie e valori nutrizionali

  • Calorie: 507 kcal
  • Grassi: 34.2 g
  • Carboidrati: 60.4 g
  • Proteine: 3.9 g
  • Fibre: 5.5 g
  • Zuccheri: 51.48 g
  • Acqua: 0.5 g
  • Ceneri: 1 g

Minerali

  • Calcio: 24 mg
  • Sodio: 16 mg
  • Fosforo: 147 mg
  • Potassio: 290 mg
  • Ferro: 2.76 mg
  • Magnesio: 113 mg
  • Zinco: 1.5 mg
  • Rame: 0.574 mg
  • Manganese: 0.494 mg
  • Selenio: 2.8 mcg

Vitamine

  • Tiamina (Vit. B1): 0.02 mg
  • Riboflavina (Vit. B2): 0.24 mg
  • Niacina (Vit. B3): 0.67 mg
  • Acido Pantotenico (Vit. B5): 0.071 mg
  • Piridossina (Vit. B6): 0.043 mg
  • Folato alimentare: 3 mcg
  • Folato, DFE: 3 mcg_DFE
  • Folati, totali: 3 mcg
  • Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.26 mg
  • Fillochinone (Vit. K): 6.3 mcg
  • Colina totale (Vit. J): 29.9 mg
  • Luteina + zeaxantina: 18 mcg

Grassi

  • Acidi grassi, monoinsaturi: 11.22 g
  • Acidi grassi, polinsaturi: 0.99 g
  • Acidi grassi, saturi: 20.08 g
  • Colesterolo: 0 mg

Amminoacidi

  • Acido aspartico: 0.388 g
  • Acido glutammico: 0.586 g
  • Alanina: 0.18 g
  • Arginina: 0.221 g
  • Cisteina: 0.048 g
  • Fenilalanina: 0.187 g
  • Glicina: 0.175 g
  • Isoleucina: 0.151 g
  • Istidina: 0.067 g
  • Leucina: 0.236 g
  • Lisina: 0.195 g
  • Metionina: 0.04 g
  • Prolina: 0.167 g
  • Serina: 0.168 g
  • Tirosina: 0.146 g
  • Treonina: 0.154 g
  • Triptofano: 0.058 g
  • Valina: 0.234 g

Altro

  • Caffeina: 66 mg
  • Teobromina: 426 mg

Cioccolato fondente: proprietà

Il cioccolato fondente vanta proprietà nutritive di tutto rispetto ed è proprio il burro di cacao di cui è composto a svolgere un ruolo benefico sulla salute. Questo alimento, infatti, è una miniera vera e propria di antiossidanti (polifenoli), alleati preziosi contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce. È risaputo, inoltre, che il cioccolato fondente sia un antidepressivo naturale grazie al contenuto di feniletilamina, il cosiddetto ormone del piacere. Senza contare che stimola i neurotrasmettitori come la serotonina e le endorfine, sostanze considerate degli antistress naturali.

È risaputo, inoltre, che il cioccolato fondente ha un effetto cardio-protettivo grazie al contenuto di flavonoidi ed è adatto anche per chi soffre di pressione bassa grazie alla ricchezza in magnesio. È ottimo anche per gli sportivi, soprattutto se hanno la tendenza a soffrire di crampi muscolari. Chiaramente, perché sia un alimento davvero salutare bisogna scegliere il cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao.

Come sempre vale la regola del buon senso, perché l’abuso non fa certamente bene. 2-3 quadratini sono senza dubbio un ottimo spuntino, da alternare di tanto in tanto alla frutta o al vasetto di yogurt. Il cioccolato fondente è sconsigliato per chi soffre di coliche, emicranie, gastrite, ulcere e reflusso gastroesofageo. Non è indicato anche per chi soffre di calcoli renali.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>