Albicocche a gogò per mantenere l’abbronzatura

di Daniela 3

Aromatica e leggermente dolce, l’albicocca è un frutto ideale per l’estate: dà pochissime calorie: solo 28 kcal per 100 grammi è ricca d’acqua, ma soprattutto è una vera miniera di betacarotene, il precursore della vitamina A, efficacissimo nel proteggere la pelle dai danni del sole e nel favorire una rapida abbronzatura: 100 grammi di albicocche ne contengono ben 360 mcg, come un chilo e mezzo di pesche o quasi tre chili di ciliegie! Due albicocche fresche durante la colazione garantiscono già la metà della vitamina A che serve in tutta la giornata.

Un altro punto di forza dell’albicocca è la sua ricchezza di potassio, un minerale che eliminiamo in abbondanza con il sudore e che va prontamente reintegrato; il potassio, infatti, oltre a permettere il funzionamento del sistema nervoso, è utile anche per tenere sotto controllo la pressione. Le albicocche fresche ne contengono parecchio, circa 320 mg, ma se si soffre di ipertensione conviene mangiare quelle disidratate: 100 grammi contengono quasi un grammo e mezzo di potassio.

Le albicocche sono difficili da conservare e molto delicate già sulla pianta, infatti, per proteggerle dai parassiti viene fatto un abbondante uso di pesticidi, che è difficile eliminare dalla buccia anche dopo un lavaggio accurato. Meglio allora scegliere le albicocche di coltivazione biologica, che offrono la massima sicurezza.

Le albicocche fresche sono ideali per contrastare il caldo estivo, mentre quelle secche e disidratate possono essere consumate tutto l’anno, anche perché contengono ferro, potassio, betacarotene e molte fibre.

Commenti (3)

  1. le albicocche della zona vesuviana non contengono pesticidi ,perchè diversamente dalle pesche non sono trattate…vanno semplicemente lavate come tutti i frutti e se non si è allergici o intolleranti si possono mangiare con la buccia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>