Al posto dello zucchero la polvere di stevia

di Redazione

La polvere di stevia è un dolcificante derivato dalla pianta spontanea di stevia, cresce in Paraguay. Usato dalle popolazioni del Centro America da secoli, è considerato un vero e proprio alimento per le sue proprietà organolettiche. La polvere che si estrae dalle foglie della pianta dolcifica dalle 70 alle 400 volte più dello zucchero, non contiene calorie, non alza il tasso glicemico ed è ideale per i diabetici e  per le persone in sovrappeso.

Oggi la stevia è usata come edulcorante in America Latina, Cina e Giappone, dove il 50% dei prodotti viene dolcificato con ste­via. Negli Usa fino al 2008 la stevia poteva essere venduta, solo come supplemento dietetico, mentre in Europa era bandita. Dato che la polverina Bianca estratta dalle foglie dolcifica più dello zucchero a 0 calorie, la sua commercializzazione è stata ostacolata per anni dalle industrie di dolcificanti sintetici che avanzavano dubbi circa la sua tossicità. Tutti dubbi che ora sono stati dissipati: si è dimostrato che lasciando ai raggi solari per una settimana alimenti e bevande dolcificati con la stevia, le caratteristiche dei suoi componenti non venivano alterate.

Oggi in internet è possibile trovare aziende sudamericane che commercializzano la stevia e offrono informazioni sui metodi di coltivazione domestica. Attualmente in Italia, come nel resto dell’Europa, ne è vietata la vendita come edulcorante, ma non quella come pianta  ornamentale. Negli Usa alla fine del 2008 la FDA (food and drug administration) ha cambiato parere e ha deciso di considerare la stevia tra gli edulcoranti ammessi per usi alimentari.