Addominali bassi: gli esercizi per tonificarli

di Daniela Commenta

Gli addominali bassi sono una parte del corpo difficile da allenare, o meglio: quella per la quale ci vuole più tempo per vedere i risultati dell’allenamento. Gli addominali bassi sono, per intenderci, quelli che si trovano nella zona bassa dell’addome, ovvero quella nella quale si accumula di più il grasso, che fa formare l’odiata pancia, cruccio sia delle donne che degli uomini.

Nonostante la difficoltà di smaltire la pancetta esistono degli esercizi in grado di stimolare la formazione di massa magra nel basso addome, ovviamente a patto di associare questi esercizi ad una dieta equilibrata e ipocalorica e ad ulteriore attività fisica, meglio se di tipo aerobico.

Esercizi per gli addominali bassi

Per tonificare gli addominali bassi, tra gli esercizi più indicati troviamo quelli conosciuti comunemente come “bicicletta” e “forbice”.

Il primo esercizio viene chiamato “bicicletta” perché simula una pedalata; per eseguirlo bisogna mettersi distesi su un tappetino da fitness con la pancia in su e la schiena aderente al pavimento con le braccia incrociate dietro la nuca o distese lungo il corpo; le gambe devono essere sollevate con le ginocchia al petto.

Partendo da questa posizione stendete una gamba ma senza toccare a terra e con la pianta del piede perpendicolare al pavimento. Flettete la gamba fino a riportare il ginocchio al petto e, mentre fate questo movimento, stendere l’altra gamba e ripete l’esercizio. Durante l’esecuzione della sequenza è molto importante che la schiena e il bacino rimangano aderenti al pavimento, in modo da concentrare lo sforzo proprio sugli addominali bassi e che la respirazione rimanga regolare.

Per eseguire l’esercizio chiamato “forbice” dovete sistemarvi sul tappetino da fitness in posizione supina con la schiena aderente al pavimento e le braccia lungo i fianchi o dietro la nuca; sollevate le gambe ma senza piegarle, bensì mantenendole tese con la pianta dei piedi rivolta verso l’alto. Divaricate le gambe il più possibile, ovviamente mantenendole tese e alzandole fino all’altezza dei glutei, senza sollevare la schiena o il bacino da terra.

Non appena avrete raggiunto la massima divaricazione, riavvicinate le gambe fino a far toccare i piedi insieme e poi apritele nuovamente. Eseguite la sequenza per due minuti. Per ottenere risultati migliori dall’esercizio della “forbice” provate ad associarlo al crunch che, pur non essendo specifico per tale funzione, aiuta molto a tonificare gli addominali bassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>