Gli additivi negli alimenti possono causare ansia

Bando ai cibi pronti, ridurre gli alimenti più eccitanti (caffè, alcol e sale), maggio­re impegno nell’attività fisica e tanto relax. Ecco la ricetta per vincere l’ansia! Per quanto riguarda l’alimentazione, è necessario limitare l’assunzione di cibi che contengono additivi, quelli che au­mentano la quantità di istamina nell’orga­nismo (cioccolato, crostacei, vino bianco ecc.) e gli alimenti stimolanti perché con­tengono caffeina (caffè,tè, bevande a ba­se di cola). Vanno evitati, in particolare, i cibi ricchi di glutammato (un aminoacido che danneg­gia il sistema nervoso), come gran parte dei piatti pronti industriali che, tra l’altro, contengono anche sale modificato, non percepito dal palato ma di sicuro impatto sul sistema nervoso (utilizzato per creare maggior piacere e quindi “dipendenza”).

Da preferire, invece, cibi dall’azione “calmante” sul sistema nervoso, come le verdure e i carboidrati integrali. Le proteine della carne e del pesce non vanno assolu­tamente eliminate, perché giocano un ruo­lo fondamentale nell’equilibrio biochimico delle persone ansiose. Naturalmente si sceglieranno carni bianche, che affatica­no meno l’organismo perché più povere di tossine, e i pesci ricchi di acidi grassi essenziali (pesce azzurro, salmone ecc.) che proteggono nervi e cervello. Alti o bassi che siano, i picchi di glicemia nel sangue provocano vere e pro­prie modificazioni nel tono dell’umore.

E quando, a causa dell’alimentazione raffinata ricca di zuccheri, salgono e scendono rapidamente, è quasi certo che si presentino stati d’ansia o di depressione, se non addirittura attacchi di panico. Unica soluzione: sostituire i cibi raffinati con quelli integrali, meglio ancora se biologici. In caso dí attacco d’ansia, se il tuo respiro è affannato bevi acqua di soda rístabilicse l’equifibrio. Assumi zinco, magnesio e vit. E antiansia con il lievito di birra: 1 cucchiaio su cereali o zuppe. Saltare i pasti  o non fare gli spuntini provoca  stati d’ansia  dovuti a ipoglicemia. Il sale inoltre esaurisce il potassio, alza la pressione sanguigna, accelera il battito cardiaco. E compare l’ansia!

Lascia un commento