Altalena di zuccheri-grassi, la principale difficoltà di chi è a dieta

di Daniela Commenta

Grassi e zuccheri, croce e delizia di tutti noi. Ammettiamolo pure: i cibi che contengono grassi e zuccheri sono anche quelli che ci attraggono di più, con buona pace della forma fisica messa a dura prova da stravizi a base di questi alimenti. Non a caso, quando ci mettiamo a dieta e decidiamo di tagliarli dall’alimentazione, abbiamo difficoltà a seguirla fino in fondo e andiamo incontro a quella che gli esperti definiscono “altalena di zuccheri-grassi”.

 In teoria, quando si a dieta  si dovrebbero assumere o i grassi o gli zuccheri, ed è proprio questa a essere la principale difficoltà per chi è a dieta e non solo. 

Lo studio, di tipo revisionale, è stato condotto dai ricercatori britannici Michele Jeanne Sadler, Helene McNulty e Sigrid Gibson che hanno preso in esame 53 articoli scientifici che evidenziavano proprio un’associazione inversa e costante della percentuale di calorie provenienti da grassi e zuccheri nella dieta. Lo studio è stato poi pubblicato sulla rivista scientifica “Critical Reviews in Food Science and Nutrition”

In particolare, gli scienziati hanno evidenziato che le persone che seguivano diete con un basso contenuto di zuccheri erano molto tentate a consumare anche cibi ricchi di grassi e viceversa. Una vera e propria altalena di zuccheri e di grassi, come spiegano gli autori dello studio:

Una ragione fondamentale del perché vi è questa altalena zucchero-grasso è probabile che sia perché le fonti di zuccheri come frutta, cereali per la colazione e succhi di frutta sono a basso contenuto di grassi, mentre fonti di grassi come oli e prodotti a base di carne sono a basso contenuto di zuccheri.

Generalmente, le diete prevedono molta attenzione all’apporto calorico giornaliero e, per questo, chi segue una dieta povera di zuccheri finisce per seguire una ricca di grassi e viceversa, in modo da poter in qualche modo bilanciare questo apporto, anche perché, escludere del tutto l’uno o l’altro nello stesso momento è piuttosto difficile.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>