Vademecum di lunga vita: ovvero non ammalarsi e perdere peso

di Daniela 1

Patologie importanti come le malattie cardiovascolari, diabete e tumori potrebbero essere prevenute eliminando i fattori a rischio, come il consumo di alcool, il fumo, la vita sedentaria e, naturalmente, le diete poco salutari. Questo è il risultato della ricerca effettuata dal Barilla Center for food & nutrition, che, a questo scopo ha stilato il Vademecum di lunga vita, ispirato in gran parte, alla dieta mediterranea, considerata la più sana di tutte.

Per prevenire l’insorgenza di tumori, via libera al consumo di frutta e verdura, perché sono ricche di sostanze antiossidanti, capaci cioè, di proteggere i geni dalle mutazioni che fanno diventare tumorali le cellule sane; ad esempio, il pomodoro, che è ricco di licopene, è utile per la prevenzione del cancro al seno e alla prostata. Per evitare le malattie cardiovascolari, cercate di consumare molto pesce, soprattutto quello azzurro, perché è ricco di omega 3, i grassi polinsaturi con azione antinfiammatoria. Contro il diabete, la cosa migliore è tenere sotto controllo il peso, quindi seguite una dieta a basso contenuto calorico, accompagnata da regolare attività fisica; inoltre, cercate di consumare tante fibre, perché aiutano a mantenere i livelli di insulina sotto controllo.

Le regole inserite nel Vademecum sono molto semplici da seguire e assicurano benessere e salute: vediamole insieme. Dedicate da 30 a 60 minuti più giorni possibili ad un’attività fisica, cercate di mantenere il peso forma, non consumate più di un bicchiere di vino al giorno e non fumate.

Per quanto riguarda l’alimentazione, mangiate in modo equilibrato, facendo attenzione non solo alle calorie, ma soprattutto ai nutrienti contenuti nei cibi; consumate quattro o cinque porzioni al giorno di frutta e verdure. Scegliete le fonti di carboidrati complessi, come pane, pasta, legumi e patate, e incrementate il consumo di cereali integrali.

Sempre sul piano dell’alimentazione, consumate i legumi e il pesce due o tre volte alla settimana, limitate il consumo di cibi a elevato contenuto di grassi, tenete sotto controllo l’utilizzo di sale e di alimenti conservati sotto sale; diminuite l’assunzione di bevande e cibi con troppo zucchero e preferite i condimenti di origine vegetale, rispetto a quelli di origine animale.

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>