Un menù light a base di cibi afrodisiaci: scopriamo le proprietà

di Siry Commenta

Saranno la gran luce, i profumi e i colori  dell’estate, l’abbronzatura e l’esposizione di gran parte del corpo, ma in questo periodo dell’anno la richiesta di ricette per cibi e bevande afrodisiaci intasa le mail di cuochi e gastronomi. La formula perfetta è rappresentata dall’armonia con la quale viviamo i rapporti : il sesso e la seduzione dipendono soprattutto dalla capacità di ognuno di donarsi agli altri, di riuscire a scambiare sapientemente sensazioni ed emozioni.

Fin dalla più remota antichità, la paura di non soddisfare completamente chi amiamo portava a cimentarsi con intrugli considerati una mano santa: tartufi, uova, miele, zenzero e frutti di mare erano mangiati di gran foga durante  i riti dedicati a Dionisio; lo stesso termine afrodisiaco deriva da Afrodite, dea greca dell’amore –Venere  per i romani – che non a caso nasce dalla spuma delle onde ed è rappresentata su una valva di ostrica. Esiste veramente un rapporto fra cibo e qualità del sesso? Peperoncino, cioccolata (Montezuma ne prendeva una tazza prima di recarsi nel gineceo), chiodi di garofano, rafano, se­nape, pepe, timo, zafferano, cannella, vaniglia, sedano, ginseng, noce moscata, origano, il profumo del gelsomino, coriandolo, anice, pepe, ecc., hanno un potere psicologico da non sottovalutare, sono gli intriganti cupidi dell’eros, tanto da essere studiati e analizzati da chimici e fisiologi, che in ognuno trovano `tracce’ di sostanze stimolanti della circolazione, toniche, energizzariti del fisico e dell’umore, con effetti vasodilatatori. 

Il colore rosso non deve mancare sulla tavola degli amanti, perché rappresenta il fuoco della passione, che travolgerà con giochi erotici e fantasie disinibite. Se volete prendere per la gola la persona da sedurre occorre principalmente informarsi sui suoi gusti alimentari; dì sicuro appeal è anche il giusto abbinamento dei vini con le pietanze e la presentazione dei piatti.

Evitate ricette troppo pesanti, c’è il rischio che il desiderio di Eros lasci il posto al torpore di Morfeo. Scegliete piatti sempilici e dal sapore deciso, preparati con ingredienti genuini e con prodotti tipici della nostra penisola. Per chi ha un po’ di dimestichezza con i fornelli, cucinare in­sieme al partner potrebbe rivelarsi un gioco intrigante e molto seducente. Per chi invece non ama cucinare è preferibile l’invito a cena fuori: dall’atmosfera informale di un agriturismo o di una trattoria tipica alla raffinatezza di un ristorante elegante o trendy. La scelta dipende dalla vostra strategia.  In ogni modo scegliete con cura la location: è sempre consigliata l’atmosfera romantica di un luogo particolarmente bello, magari d’estate  sulla spiaggia con luci soffuse a due passi dal mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>