Il Tofu e i derivati della soia migliorano la vita sessuale

 State cercando una dieta per migliorare la passione, che non solo sia afrodisiaca, ma che dia una nuova energia? Il tofu potrebbe essere l’ingrediente perfetto. Si tratta di un formaggio vegetale, perché realizzato con il latte di soia, altamente proteico. E’ molto utilizzato in Giappone, mentre in Italia è scelto soprattutto da chi ha deciso di seguire la dieta vegetariana o quella vegana, come sostituto dei latticini più tradizionali.

Tofu, ottimo per la linea e la salute

Il tofu, noto anche con il nome di formaggio di soia, è un alimento di origine cinese, molto diffuso nei paesi orientali, ricavato dalla cagliatura del latte di soia e dalla sua successiva pressatura in blocchi. Si tratta di un alimento molto ricco di proteine che, risultando sostanzialmente insapore e inodore, viene utilizzato come base per la preparazione di pietanze sia dolci che salate soprattutto nella cucina vegetariana.

Il formaggio di soia rappresenta inoltre un ottimo sostituto dei formaggi tradizionali per chi non digerisce il latte vaccino o è intollerante al lattosio ed è spesso presente nelle diete dimagranti grazie al basso contenuto calorico e al ridotto contenuto di sodio. Molto ricco di calcio (ne apporta una quantità superiore del 20% a quella del latte di mucca) apporta anche discrete quantità di minerali quali potassio, ferro e fosforo e di isoflavoni della soia, fitoestrogeni sempre più impiegati nella cura dei sintomi della menopausa, oltre che lecitina, che aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo.

In commercio sono reperibili due tipologie principali di tofu: il tofu fresco e il tofu conservato; il primo viene prodotto direttamente dal latte di soia, il secondo si ricava dalla lavorazione del tofu fresco. A seconda della quantità di acqua estratta dalla cagliata il tofu fresco viene suddiviso a propria volta in tre varietà principali:

La dieta Okinawa

Avete mai sentito parlare dell’arcipelago di Okinawa? Per chi non lo conoscesse, si tratta di un gruppo di 4 isole situate nel tratto di mare tra Giappone e Taiwan, ma facenti parte del territorio giapponese, che negli ultimi anni ha attratto la curiosità degli studiosi di tutto il mondo a causa della straordinaria longevità dei propri abitanti: la durata media della vita ad Okinawa è infatti la più alta del mondo (81.2 anni) e i centenari rappresentano il 20,6% della popolazione; in particolare le donne vivono in media più di 84 anni, contro gli 83 del Giappone e i 79 degli Usa.

Inoltre, gli ultracentenari di Okinawa godono in genere di ottima salute e sono spesso perfettamente in grado di lavorare e condurre una vita socialmente attiva, questo anche grazie alla minore incidenza di malattie come diabete, malattie cardiovascolari, cancro e osteoporosi che è di molto inferiore rispetto al resto del mondo. Secondo gli esperti il motivo di tanta longevità è da ricercarsi, oltre che nella propensione alla spititualità e in uno spiccato senso di appartenenza che conduce gli anziani a sentirsi sempre parte integrante della comunità, nello stile di vita alimentare degli isolani,  cui è sottesa la “filosofia” dello “ishokudoghen“, che  in giapponese significa “il cibo è una medicina”.

Gelato dietetico al tofu e frutta


Non sempre per mantenersi in forma è necessario rinunciare alle delizie del palato. Come ho già avuto occasione di dirvi, anche i cibi e le pietanze più gustose possono infatti essere preparati in versione light. Basta sostituire qualche ingrediente e variare le dosi (con criterio s’intende) e il gioco è fatto! Questo naturalmente vale anche per il gelato.

Infatti, nella ricetta del gelato ipocalorico che sto per darvi la panna fresca montata, tradizionalmente impiegata per preparare i gelati artigianali, quelli casalinghi almeno, è sostituita dal tofu, ovvero il formaggio di soia.

Affermatosi nelle nostre tavole già da qualche decennio grazie al diffondersi dello stile di vita vegetariano, il tofu è un alimento di origine completamente vegetale. Ricco di calcio, ferro, vitamine del gruppo B e povero di sodio, il formaggio di soia vanta un apporto calorico decisamente basso rispetto ad altri formaggi magri (solo 80 calorie per 100 grammi di prodotto). Per questa ragione è largamente impiegato anche nelle diete ipocaloriche.

Inoltre la quantità di zucchero necessaria per preparare il gelato ipocalorico è decisamente inferiore rispetto a quella delle ricette tradizionali (solo 60 grammi contro 150).

Ma vediamo la nostra ricetta: