Uova di Pasqua, scegli il cioccolato giusto

 Per Pasqua, a farla da padrone è naturalmente il cioccolato, e in particolare quello delle uova; senza fare torti alla tradizione, e anche al palato, non dimenticate di fare attenzione al cioccolato che scegliete. Quello che potrebbe sembrare un fattore secondario è in realtà molto importante: scegliere un cioccolato di qualità è essenziale per la nostra salute.

Tintarella perfetta con un po’ di cioccolato fondente

Ultime giornate di mare per molti italiani. Le tanto sospirate ferie sono quasi finite e c’è chi sta facendo di tutto pur di prendere un colorito dorato. Abbiamo parlato in diverse occasioni di alimentazione e di tintarella. Oggi aggiungiamo un’interessante novità a questo tema: il cioccolato fondente aiuta a difendersi dal sole.

Semi di cacao, super-frutto antiossidante

Cerchiamo sempre di seguire un’alimentazione equilibrata evitando tutti quei cibi che possono attentare la linea.  Tra questi ovviamente c’è anche il cioccolato, per l’esattezza il cacao. Non è la prima volta però che sponsorizziamo le proprietà positive di questo dolcissimo alimento. C’è una novità: contiene più antiossidanti di tanti altri frutti. Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Hershey Center for Health & Nutrition che, comparando le capacità nutrizionali diversi tipi di frutta e cacao grammo per grammo, hanno così stabilito la supremazia nutritiva dei semi di cacao.

Ovviamente polifenoli e flavanoli sono i protagonisti assoluti di questa ricerca. Riordiamo che i primi sono sono antiossidanti naturali presenti nelle piante e combattono i radicali liberi, mentre i secondi sono un tipo di fitonutrienti appartenenti al più ampio gruppo dei flavonoidi.

Integratori a base di cacao per perdere peso

Quando si pensa al cacao la prima cosa che viene in mente è il cioccolato, con la conseguente doppia riflessione: “quanto è buono” e “quanto fa ingrassare”.

Già in passato, qui sulle pagine di Dietaland vi avevamo illustrato le proprietà benefiche del cacao, ovvero la sua utilità per proteggere i vasi sanguigni e per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo, oltre ad avervi svelato che il cioccolato può essere addirittura protagonista di una dieta tematica. Proprio seguendo questa linea, oggi vi parleremo delle proprietà snellenti del cacao sotto forma di integratore alimentare.

Il cacao in polvere contiene importanti quantità di proteine, aminoacidi, grassi e carboidrati, e per questo è un alimento piuttosto energetico, poi contiene buone quantità di sali minerali, soprattutto calcio, ferro, magnesio e fosforo, oltre alla caffeina e alla teobromina; proprio quest’ultima sostanza alcaloide conferisce al cacao il suo effetto energizzante.

Il cacao protegge i vasi sanguigni

I flavonoli del cacao potrebbero migliorare la funzionalità dei vasi sanguigni. Questo è quanto emerge da una ricerca condotta da un team internazionale di scienziati e pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology. Le malattie cardiovascolari sono una delle principali cause di mortalità e invalidità in molte parti del mondo, con maggior frequenza nei paesi occidentali. Dai risultati emerge che il consumo quotidiano di cacao ha raddoppiato il numero di cellule angiogeniche circolanti nel sangue, le CACs. Le CACs hanno dimostrato, in passato, di poter riparare efficacemente i vasi sanguigni.

Come afferma il dott. Christian Heiss della Heinrich-Heine University di Dusseldorf,

“Per la prima volta, abbiamo scoperto che i flavonoli del cacao potrebbero mobilitare direttamente le cellule deputate alla riparazione dei vasi sanguigni danneggiati. I benefici sono notevoli e non sono stati osservati effetti collaterali.”

Questo studio dimostra che una dieta della durata di un mese ricca di flavonoli porta a un miglioramento evidente della disfunzione endoteliale e a un numero più elevato delle cellule CACs.

La dieta per ringiovanire la pelle

Cancellare i segni del tempo, chi non lo vorrebbe? Senza ricorrere a drastici interventi di chirurgia estetica, qualche anno di meno potrete guadagnarlo già con un buon periodo di dieta. Molto spesso, infatti, l’aspetto un po’ vecchio e sciupato della pelle non dipende tanto dall’avanzare dell’età, quanto dal fatto che non la nutriamo nel modo migliore.

Attraverso una corretta circolazione dei capillari che nutrono la cute, permette di migliorarne l’aspetto, rendendola più elastica e liscia, senza ricorrere all’ausilio di trucchi e fondotinta. Ecco allora che questa dieta non soltanto punta a fornire tutte le sostanze nutritive che servono per un corretto nutrimento della pelle, ma anche a garantire che vengano perfettamente inserite a livello dell’intestino e trovino le condizioni per essere utilizzate nella produzione di quei tessuti che conferiscono alla pelle elasticità e freschezza.

Lontanissimo dall’essere uno schema dietetico in qualche modo “punitivo”, quello studiato per ringiovanire la pelle prevede anche l’introduzione di un alimento particolarmente goloso come il cacao, grazie all’alto contenuto di sostanze antiossidanti che fornisce.

La dieta antipanico per gli esami di maturità

 

Giorni di fibrillazione per molti giovani che stanno sottoponendosi agli esami di maturità. Ecco quindi che la Coldiretti ha stilato la dieta antipanico elencando cibi si e cibi no per affrontare al meglio  la grande prova. Quindi si  a pasta, riso, frutta, uova bollite, verdura e latte tiepido.  No a caffe’, the  e tutte le sostanze eccitanti. Gli esami di maturità provocano, nella maggioranza dei casi, ansia ed insonnia in circa mezzo milione di ragazzi. La coldiretti sottolinea come un’ alimentazione giusta e bilanciata a tavola sia in grado di limitare gli effetti degli esami.

“In questi giorni  non devono mancare pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica. Da evitare perche’ possono provocare insonnia sono invece caffe’, patatine in sacchetto, salatini e cioccolata che sono invece spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie”