Esami di maturità, 5 alimenti che aumentano la concentrazione

Gli esami di maturità mettono a dura prova il fisico e la mente. Dopo giorni di ripasso associato allo stress delle prove e all’ansia di fare bene, ci si sente stanchi e magari si fa fatica a concentrarsi. Bisogna assolutamente curare l’alimentazione inserendo degli alimenti che diano al nostro cervello la giusta vitalità. Quali sono? Eccone almeno 5 indispensabili.

Vitamina C, elenco degli almenti che la contengono

 La vitamina C (o acido ascorbico) svolge un ruolo fondamentale per la salute del nostro organismo. Protegge dai radicali liberi ed è necessaria per la produzione e la sintesi del collagene, la principale proteina del corpo e il costituente primario di pelle, muscoli, vasi sanguigni e ossa. La vitamina C, inoltre, è essenziale per l’assorbimento di molte sostanze nutritive come il ferro, l’acido folico e la vitamina E, per il metabolismo di alcuni amminoacidi e per la sintesi di grassi e proteine. Il fabbisogno giornaliero raccomandato per l’adulto è di 60 mg.

Chirurgia dell’obesità, modifica il sapore degli alimenti

Sembra che la chirurgia dell’obesità cambi il gusto degli alimenti, così può capitare di addentare una mela e avvertire il sapore del pesce. La chirurgia bariatrica, infatti, in molti casi determinante per la sopravvivenza dei pazienti obesi gravi e superobesi, ma anche per la cura del diabete, sarebbe in grado di alterare alcuni ormoni coinvolti nella percezione dei sapori, e nel controllo dello stimolo della fame.

Per dimagrire basta concentrarsi sul cibo nel piatto

Ci credereste se qualcuno vi dicesse che per dimagrire basta concentrarsi sul cibo che si ha nel piatto? Probabilmente la risposta è no, ma preparatevi a cambiare idea… Secondo una ricerca dell’Università di Birmingham in Gran Bretagna, infatti, i segnali visivi aiutano a gustare meglio le pietanze e a controllare l’appetito.

Etichettatura trasparente, arriva il nuovo provvedimento

I consumatori potranno finalmente scegliere in modo consapevole grazie al nuovo provvedimento notificato dall’Unione europea che prevede l’etichettatura trasparente. Sono diversi i prodotti alimentari interessati dal decreto comunitario, dall‘olio d’oliva alla passata di pomodoro.

Mangiare sano sotto l’ombrellone

Mangiare sano sotto l’ombrellone è più facile di quanto si creda: innanzitutto è necessario armarsi di borsa frigo e contenitori di plastica richiudibili, poi bisogna procurarsi gli ingredienti giusti. Indispensabili sono i vegetali di colore verde, rosso e arancione, perché forniscono vitamine e antiossidanti; queste formidabili sostanze proteggono l’organismo dal caldo e dall’azione nociva dei raggi solari e vengono maggiormente assorbite se condite con oli vegetali ricchi di vitamina E, un potente antiossidante.

Con pomodori, cetrioli, lattuga, carote, sedano, valeriana e peperoni, per esempio, si possono realizzare insalatone amiche della linea, semplicemente aggiungendo una porzione di proteine. Si può scegliere tra uno di questi cibi: 80 g. di tonno al naturale, 100 g. di fesa di pollo o di tacchino ai ferri tagliata a pezzetti, 100 g. di polpo lessato, oppure un uovo sodo.

Verdura di stagione: il cipollotto

Questo è il momento del cipollotto, la cipolla raccolta quando è ancora immatura e di sapore più delicato. Poco calorico (basti pensare che 100 grammi danno meno di 40 Kcal), il cipollotto fornisce una buona quantità di potassio, di calcio e di fosforo, senza dimenticare l’apporto significativo di niacina, la vitamina PP che aiuta a mantenere in buona saluta l’apparato circolatorio e i sistema nervoso.

Al di là del suo valore nutritivo, il cipollotto contiene, inoltre, degli oli essenziali e delle sostanze aromatiche che gli dannò delle virtù quasi medicinali. In primo luogo agisce come un antibiotico naturale, aiutando a combattere i germi nocivi nell’intestino e a ridurre le fermentazioni: basti pensare che il potere antibiotico del cipollotto è così forte che il succo, applicato esternamente, risulta efficace per diverse infezioni della pelle.

Inoltre, quest’ortaggio esercita un’azione espettorante: il succo mescolato con un po’ di miele,è un rimedio ideale per combattere i piccoli malanni respiratori, frequenti in questo periodo.