Succo di cavolo, i benefici

di Valentina Commenta

Tra i tanti regimi alimentari che vengono pubblicizzati, soprattutto con l’avvicinarsi delle feste, quelli che prevedono l’inserimento del succo di cavolo sono sicuramente tra i più curiosi. Fermo restando che i centrifugati di frutta e verdura siano ottimali per l’organismo, cerchiamo di capire quali effetti ha questa bevanda sul nostro corpo.

Vitamine e sostanze benefiche per l’organismo

La prima cosa da sapere è che il succo di cavolo è una bevanda tra le più salutari per l’organismo, ricca di sostanze nutritive fondamentali per il suo corretto funzionamento e occasione per poter consumare più verdure di quello che si farebbe naturalmente. Il suo basso apporto calorico lo rende perfetto per essere consumato anche da chi sta seguendo una dieta e intende perdere peso: le quantità di vitamina C in esso contenute lo rendono un ottimo alleato del sistema immunitario, che ne esce rafforzato, così come indicato anche da molti studi.

Non solo vitamine, però: il succo di cavolo contiene una dose molto elevata di antiossidanti conosciuti per le loro capacità di contrasto dei radicali liberi e dello stress ossidativo, fattore di rischio per molte malattie croniche. Uno tra tutti, l’indolo 3-carbinolo, ha dimostrato di avere una importante efficacia antitumorale: esso infatti riesce a stimolare l’apoptosi delle cellule cancerose, in particolar modo nel tumore al seno, causandone la morte. Va ricordato che in generale le crucifere, proprio grazie alla quantità di antiossidanti che contengono sono generalmente considerate come alimenti anticancro per antonomasia.

Attenzione anche alle controindicazioni

I benefici apportati dal succo di cavolo non si fermano all’importante quantità di vitamina C o agli antiossidanti: il succo di cavolo, tra le altre cose possiede una importante azione antinfiammatoria grazie alla presenza di sulforafano e il kaempferolo utili per difendere l’organismo dal palesarsi di patologie croniche. Il cavolo possiede anche buone dosi di beta-carotene, precursore della vitamina A noto per la sua capacità di favorire  la salute della pelle e della vista.

E’ importante però comprendere che per quanti benefici il consumo di succo di cavolo comporti, bisogna sempre regolarsi nel suo consumo: dosi eccessive di questa bevanda potrebbero causare, a causa della presenza di goitrogeni, problemi con il funzionamento della tiroide. Questa sostanza infatti, in quantità importanti, inibisce infatti il trasporto di iodio verso la ghiandola tiroidea. La vitamina K, presente in grandi quantità, potrebbe poi interferire con i  farmaci fluidificanti del sangue. Non solo: il cavolo tende a causare meteorismo: è per tutte queste ragioni che prima di introdurre questa bevanda nella propria dieta è consigliato consultare il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>