Pancia gonfia in estate, cause e rimedi

di Mariposa Commenta

La pancia gonfia in estate è un grande classico. Oltre a essere un inestetismo, messo ancor più in evidenza dagli abiti attillati e ridotti di stagione, è uno spiacevole disturbo, che spesso può condizionare il benessere quotidiano. Come mai nella bella stagione è più facile provare una sensazione di gonfiore e di pesantezza? E soprattutto, ci sono degli strumenti per curare il problema?

Le cause della pancia gonfia

La pancia gonfia può dipendere da diversi fattori. Sicuramente l’alimentazione è la causa numero uno. I cibi, infatti, possono contribuire alla produzione di gas (si sprigiona dalla fermentazione degli zuccheri e della cellulosa). In questo senso, gli alimenti che possono dare il maggiore contributo sono le bibite gassate, i prodotti ricchi di dolcificanti artificiali, i legumi, ecc. Un altro motivo potrebbe essere la presenza di colite o gastrite. Tra le cause più accreditate c’è poi la nota intolleranza alimentare. Il consiglio quindi è quello di mangiare pochi cibi alla volta e testare personalmente le reazioni del vostro intestino: lavorando per esclusione si può identificare il problema, altrimenti chiedete aiuto al vostro medico che potrebbe prescrivervi dei test.

I cibi che aumento il gonfiore addominale

Sono tanti i cibi che contribuiscono a rendere la pancia un po’ più gonfia. È molto importante individuarli, per poi ridurli o comunque avere la consapevolezza che il disturbo può essere stato provocato proprio dalla nostra scorretta alimentazione. Il gonfiore spesso è provocato dal consumo di minestroni e passati di verdura, frullati di frutta e frappè. Sono rischiose anche le salse, lo zabaione, il gelato, la panna montata, il cioccolato (anche nel latte), la maggior parte dei legumi e molti tipi di verdure. State attenti a cavoli, cipolle, melanzane e carote. Gonfiano i formaggi, le fritture, i cibi troppo freddi (occhi quindi a bere bibite gelate o mangiare in fretta un ghiacciolo), il vino, il brodo di carne e gli alcolici in generale.

Rimedi contro la pancia gonfia

Come abbiamo potuto intuire da quanto detto, il disturbo si manifesta soprattutto in estate perché molti cibi stagionali sono gonfianti, così come molte abitudini alimentari. Esistono però dei rimedi per ridurre il problema quanto più possibile. Prima cosa sostituite la pasta con il riso (che assorbe), più volte la settimana ed evitate i prodotti troppo conditi. Le insalate sono deliziosi con estate, ma le verdure crude tendono a fermentare, meglio quindi favorire sempre quelle cotte. Evitate poi di mangiare in fretta. È importante masticare a lungo il cibo, affinché l’intestino abbia meno difficoltà a digerire quanto introdotto. Per dissetarsi, si consiglia di bere acqua (o qualche tisana) non gassata e a temperatura ambiente. Evitate quindi di tenere in frigorifero la vostra bottiglia d’acqua.

I cibi che riducono il gonfiore

I cibi che tendono a ridurre il gonfiore addominale sono il riso, il pesce e i prodotti ricchi di proteine, come la carne e le uova, perché tendono a regolare la secrezione gastrica. Promossi ovviamente gli yogurt e i fermenti lattici, che regolarizzano la flora intestinale. Provate poi alcuni alimenti a base di fibre, come i semi di lino, di girasole o di zucca, che possono essere anche usati per fare delle tisane molto efficaci. Tra la frutta invece consigliata, ci sono le carote, le arance, l’ananas e il pompelmo. Poi, sì a finocchio, mirtilli, mele, menta (che favorisce l’eliminazione di gas), ma anche cumino e anice.  In ogni caso il segreto è sempre una cucina leggera e altamente digeribile: provate quindi la cottura alla piastra, al vapore o, per le verdure, anche semplicemente al forno o alla griglia. Bisogna limitare l’utilizzo di sale, che però può essere tranquillamente utilizzato per realizzare dei piatti molto leggeri, come il pesce al sale.

Photo Credit| ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>