La dieta senza lieviti

di Redazione

Pancia piatta e 4 kg in meno in un mese. Pensate che sia un miraggio? No, se rinuncerete a pane, biscotti, pizza, birra e latticini: in pratica, se seguirete la dieta senza lieviti!

Se oltre alla voglia di smaltire qualche chiletto in più vi sentite afflitte da un senso generale di pesantezza, mancanza di energia, gonfiori e mal di testa, le cause potrebbero essere da ricercare nel consumo di alcuni alimenti, in primo luogo quelli contenenti i lieviti come pane, pizza, brioches, alcuni formaggi e bevande. La soluzione ideale è quella di eliminarli per un periodo di tempo dalla propria dieta, consentendo all’organismo di disintossicarsi; in questo modo si rafforzeranno anche le difese immunitarie, la flora batterica intestinale e riuscirete a sentirvi finalmente più leggere piene di energia.

Il lievito è un insieme di microrganismi in grado di provocare una fermentazione, il suo estratto, usato per il pane e i prodotti da forno, fornisce sì vitamine, acido folico e sali minerali, ma anche le purine, delle sostanze azotate che intossicano l’organismo rallentando i processi del metabolismo affaticando alcuni organi, come fegato, reni e pelle, e riducendo la vitalità. Le purine si trovano anche in altri alimenti come la frutta secca, le carni grasse, alcune verdure come la verza e i cavoli, e andrebbero ridotte il più possibile.

La dieta senza lieviti fornisce circa 1.400 calorie giornaliere e consente di perdere fino a 4 chili in un mese, e riduce i centimetri in più localizzati a livello addominale; sono esclusi dal programma tutti gli alimenti lievitati, come pane, pizza, biscotti e focacce, ed è ridotto il consumo di latte e latticini che possono favorire gonfiori e risultare difficili da digerire.

Affinché la dieta sia veramente efficace è importante seguire alcune regole che favoriscono la disintossicazione e il benessere generale dell’organismo. Innanzi tutto eliminate fumo e alcol, e non bevete nemmeno la birra; non consumate i pasti in piedi: ritagliatevi sempre una pausa ragionevole per sedervi a tavola e masticare bene; come ogni regime alimentare dietetico, anche la dieta dei lieviti va associata ad una costante attività fisica.

Schema alimentare della dieta senza lieviti

Indicazioni generali

Per condire utilizzate due cucchiai di olio extravergine d’oliva, mezzo cucchiaino di sale, succo di limone e spezie a piacere, mentre devono essere eliminati aceto e dadi: per tutto il periodo della dieta bevete solo acqua oligominerale non gassata, e infusi di finocchio dopo i pasti per combattere il meteorismo; sostituite il pane comune lievitato con pane azzimo, cracker non lievitati o gallette di riso.

Indicazioni da seguire tutti i giorni

Al risveglio: un bicchiere d’acqua naturale a temperatura ambiente con il succo di mezzo limone
Colazione: caffè d’orzo o tè verde, un bicchiere di latte di soia o di riso, 40 g. di fiocchi di cereali, 200 g. di frutta fresca
Spuntino: un succo di pompelmo o di ananas senza zucchero
Merenda: 150 g. di frutta di stagione

Lunedì
Pranzo: insalata mista di verdure crude, 50 g. di prosciutto crudo, 300g. di patate lesse o cotte al vapore
Cena: 60 g di spaghetti al pomodoro, 300 g. di carote e zucchine al vapore

Martedì

Pranzo: lattuga in insalata, 70 g. di riso bollito condito con olio, 200 g. di biete al vapore, un uovo in camicia
Cena: un piatto di minestrone d’orzo e verdure, 250 g. di sogliola al cartoccio e insalata

Mercoledì

Pranzo: 300 g. di fagiolini lessi conditi con olio e succo di limone, 80 g. di carote crude, 230 g. di arrosto di tacchino, 40 g. di pane azzimo
Cena: minestrone di verdure con 30 g. di pasta, 40 g. di prosciutto cotto, 200 g. di porri lessi o al vapore

Giovedì
Pranzo: 70 g. di riso bollito con sugo di pomodoro, 60 g. di mozzarella, 200 g. di zucchine al vapore
Cena: 100 g. di polenta, 110 g. di spezzatino di vitello con verdure in umido

Venerdì
Pranzo: insalata mista, 120 g. di bistecca ai ferri, 230 g. di patate lesse
Cena: crema di patate e zucchine, due spiedini di pesce, 50 g. di pane azzimo

Sabato
Pranzo: 80 g. di penne al pomodoro, 350 g. di piselli lessati passati in padella con salsa di pomodoro, cipolla, olio, sale, pepe e un uovo
Cena: 100 g. di petto di pollo alla piastra, 20 g. di insalata di carote e lattuga, 50 g. di pane azzimo

Domenica
Pranzo: 70 g. di riso bollito, insalata di gamberetti, 300 g. di verdure grigliate
Cena: 180 g. di gnocchi al pomodoro, 300 g. di carote e fagiolini lessi