La dieta per essere felice e superare la depressione

di AnnaMariaCantarella Commenta

Frutta fresca, insalata, verdure di stagione, pesce: ci sono alimenti che sono molti utile per superare molte patologie neurologiche come la depressione. La base è la dieta mediterranea che secondo gli ultimi studi può anche curare chi ha perso la felicità.

Lo studio, condotto da scienziati australiani e neozelandesi, è durato pochissimo, sole 12 settimane durante le quali però è sttao possibile apprezzare molti miglioramenti, e questo rende il risultato dello studio ancora più rilevante.

DIETA CONTRO ANSIA E DEPRESSIONE

Lo studio ha scelto 67 pazienti divisi in due gruppi. Ad un gruppo è stata assegnata una dieta personalizzata. Tutti i pazienti erano in cura con psicoterapia o farmaci e a queste terapie è stato affiancato un intervento nutrizionale seguendo il modello che i ricercatori hanno definito ModiMed-Diet, ovvero la dieta mediterranea modificata, un mix tra linee guida greche e australiane.

LA DIETA PER COMBATTERE LA DEPRESSIONE E IL SUICIDIO

I pazienti hanno mangiato cereali integrali, verdura e frutta, legumi, formaggi magri e senza zucchero, noci, pesche, carne rossa magra, pollo, uova e olio evo. La dieta prevedeva una riduzione dei dolci, dei cereali raffinati, dei prodotti fritti o di fast food, delle carni processate e delle bevande alcoliche.

UN ALTRO AIUTO CONTRO LA DEPRESSIONE DI CHI E’ A DIETA

Lo studio è stato intitolato “Smile”, acronimo di Supporting modification of lifestyle in lower emotional states, ma efficace rappresentazione dei risultati ottenuti dopo soli tre mesi: il 32% dei pazienti trattati con questa dieta ha mostrato una remissione dei sintomi e chi ha ottenuto i migliori risultati sono le persone che prima seguivano una dieta peggiore.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>