Ipertensione e alimentazione

di Silvana Commenta

Secondo quanto dichiarato di recente dal dottor Bruno Trimarco, presidente della SIIA (Società Italiana dell’Ipertensione arteriosa) e ordinario di medicina interna all’Università degli Studi di Napoli Federico II, circa il 20% degli italiani soffre di ipertensione arteriosa e la metà di essi, nonostante sia perfettamente consapevole del proprio stato di salute, non segue le indicazioni degli specialisti sullo stile alimentare più adeguato per tenere a bada il disturbo ed evitare così di incorrere in accidenti cardiovascolari quali ictus e infarto.

Eppure, nei casi in cui, secondo il giudizio del medico, l’ipertensione primaria, ovvero non dipendente da malattie cardiovascolari o endocrine (caso in cui si parla di ipertensione secondaria) non ha ancora raggiunto livelli allarmanti, per scampare il pericolo basterebbe seguire la dieta giusta ed eliminare i fattori di rischio quali vita sedentaria, vizio del fumo e stress. La dieta può comunque giovare anche a coloro che sono affetti da ipertensione secondaria, coadiuvando l’azione dei farmaci anti ipertensivi.

Le regole da seguire d’altra parte sono piuttosto semplici e non è assolutamente detto che la persona ipertesa debba rinunciare, come vedremo, ai piaceri della tavola. In caso di ipertensione dunque è consigliato ridurre considerevolmente il consumo di “condimenti” come sale, burro, olio e zucchero e di alimenti quali carni rosse, formaggi grassi, dolci, cioccolata, alcolici e bevande zuccherate. Da moderare anche i fritti e gli arrosti orientandosi su modalità di cottura più salutari come quella ai ferri e al vapore. Via libera invece a frutta e verdura, formaggi, carni e pesci magri, pasta, pane integrale e yogurt.

E se soffrite di ipertensione e temete di non potervi più concedere pietanze sfiziose, forse potrà tranquillizzarvi sapere che esiste un ricettario scritto apposta per voi: Ipertensione e alimentazione, l’autore è lo chef Heinz Beck che ha creato le ricette in collaborazione con la già citata Società Italiana dell’Ipertensione arteriosa.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>