Dieta vegana e bambini: rischio squilibrio

di Valentina Commenta

Se ne discute spesso perché si tratta di uno stile alimentare che continua ancora a creare perplessità,anche nel mondo scientifico: il veganismo è adatto ai bambini? La risposta non è così semplice da dare.

Dieta vegana e bambini possibile o no

Generalmente, a meno che i genitori non siano dei vegani puri, danno al proprio figlio modo di scegliere la propria alimentazione nel momento in cui lo stesso è in grado di comprendere cosa gli piace e cosa può fargli bene: questo si traduce in genitori vegani che comunque servono carne o derivati del latte vaccino alla propria progenie, avendo cura di gestirne l’alimentazione in modo sano senza spingere i minori a mangiare in modo non onnivoro.

Ma tralasciando la parte etica la cui gestione è ovviamente nelle mani dei genitori, una dieta vegana va bene per i bambini? Sebbene il campione preso in studio sia esiguo un regime alimentare strettamente vegano, con completa assenza di alimenti di origine animale, potrebbe portare il piccolo sviluppare degli squilibri importanti comprese delle alterazioni del metabolismo. Uno dei problemi più rilevati prendendo in considerazione la dieta vegana e i bambini è la mancanza di vitamine indispensabili come la B12 e la D, la cui integrazione spesso non basta a sopperire all’assenza degli stessi nutrienti assunti attraverso il cibo.

Gravi mancanze nonostante integrazione

A sottolinearlo nello specifico è una ricerca pubblicata da EMBO Molecular Medicine è condotta dai ricercatori dell’Università di Helsinki in Finlandia che si è occupata di quantificare la presenza di nutrienti essenziali nel sangue nelle urine di una quarantina di bambini che frequentano lo stesso asilo e che seguivano diete differenti. Nello specifico 24 bambini mangiavano normalmente qualsiasi alimento, dieci seguivano una dieta vegetariana mentre sei una dieta completamente vegana.

Tutti i bambini vegani assumevano, tranne che in un caso, vitamina D e tutti potevano contare su supplementi di vitamina B12: nonostante ciò è emerso che i bambini che seguivano una dieta vegana avevano valori non sufficienti di vitamina D nonostante l’esposizione al sole e quindi una teorica maggiore produzione di questo elemento. Altrettanto basi erano i livelli del DHA, un acido grasso essenziale per lo sviluppo cerebrale e della vista.

Perché sono importanti i risultati ottenuti in Finlandia nonostante l’esiguo campione? E’ presto detto: Lo stato regola attraverso il sistema sanitario nazionale e applicando una personalizzazione delle cure, la dieta vegana seguita dai bambini, segnalando in base alle loro condizioni e caratteristiche quanti supplementi di nutrienti devono assumere. Una specificità che fa riflettere su quanto possa essere adatta una dieta vegana ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>