Dieta senza glutine, alla scoperta di vantaggi e svantaggi

di Redazione Commenta

dieta senza glutineChi per forza di cose devono togliere il glutine dalla propria dieta quotidiana da un momento all’altro si troverà certamente spiazzato. Inizialmente non sarà infatti facile eliminare dalla propria alimentazione tutti quegli alimenti che contengono glutine, in primis il pane, la pasta e la maggioranza dei dolci, anche perché anche alcuni alimenti insospettabili lo contengono.

Ci sono poi alcune persone che invece scelgono di eliminare il glutine dalla propria dieta, spinti da motivazioni esclusivamente personali. Una volontà di cambiare stile alimentare e, di conseguenza, anche di vita, ma fortunatamente oggi si può tranquillamente seguire un regime alimentare equilibrato anche senza glutine.

Senza dover fare troppe rinunce, al giorno d’oggi, ci sono tante possibilità in più per chi deve seguire questo tipo di alimentazione. È vero, fare la spesa costa indubbiamente molto di più, ma c’è comunque la possibilità di non sentirsi poi così diverso quando ci si siede a tavola. In commercio sono stati lanciati tanti prodotti vegani e gluten free interessanti, come ad esempio pane, dolci e anche farine speciali, ideali per creare anche un ottimo impasto per la pizza senza glutine, che rappresentano delle ottime alternative. Presso i vari supermercati si trovano infatti con facilità molti tipi di farne, ottima quella di quinoa o quella di grano saraceno, che si possono usare al posto di quelle tradizionali per preparare i nostri piatti preferiti.

Ora che vi abbiamo rassicurato sulla possibilità di poter seguire un’alimentazione sana ed equilibrata anche eliminando i prodotti contenenti glutine, ecco i principali vantaggi e svantaggi di questo tipo di regime alimentare.

Di necessità, virtù

Partiamo dai pro: prima di tutto la dieta senza glutine è chiaramente di fondamentale importanza per chi soffre di celiachia. In questo caso non si hanno altre opzioni: se si vogliono evitare infiammazioni intestinali ed altri disturbi legati alla celiachia, iniziare una simile dieta è l’unico passo da compiere, chiaramente dietro parere del medico.

Una volta diagnosticata la patologia, il suo aiuto è necessario per concordare un regime alimentare alternativo ed equilibrato, e da parte vostra sarà necessaria una maggiore attenzione nello scegliere gli alimenti da consumare. Ciò non toglie che possiate scoprire degli ingredienti nuovi e mai provati prima, e mettere alla prova la vostra abilità in cucina, preparando nuove ricette che potranno stupire tutti i vostri familiari.

Non sottovalutiamo infatti che scegliere di eliminare alimenti con il glutine può dare diversi effetti benefici anche a tutti coloro che soffrono di gluten sensitivity. Anche questo è un disturbo ormai molto diffuso, che si manifesta con una sintomatologia varia, che crea una serie di effetti anche molto fastidiosi, dal gonfiore al dolore addominale, dal senso di stanchezza fino alla difficoltà di concentrazione.

Quindi, anche quando manca una diagnosi certa di celiachia, eliminare il glutine migliora notevolmente le condizioni di salute del paziente: si possono quindi ottenere dei benefici immediati, interrompendo il consumo di alimenti ricchi di glutine e sperimentando nuovi preparati e ingredienti, meno elaborati e raffinati, che porteranno un generale miglioramento delle nostre condizioni di salute.

Il parere esperto

Gli svantaggi di una dieta senza glutine sono legati essenzialmente al modo in cui si affronta una dieta del genere: se non la si segue correttamente, il pericolo di subire squilibri nutrizionali, così come di prendere peso, è notevole. Per questo non affidatevi al fai da te o al sentito dire: prima di iniziare a seguire un regime alimentare di questo tipo, consultate il vostro medico di fiducia e il nutrizionista, seguite i loro consigli e i loro menù tipo.

Può aiutarvi anche creare una lista di alimenti tabù e alimenti alternativi, così farete la spesa con minore difficoltà. Chiaramente questo regime alimentare diventerà una scelta di vita che potrà risultare piuttosto dispendiosa, in virtù del fatto che fare la spesa costerà molto di più, perché gli alimenti senza glutine hanno in genere un costo più elevato rispetto agli altri prodotti.

In ogni caso, con un po’ di inventiva, potrete trovare la via giusta per mangiare bene e risparmiare, per esempio puntando su ingredienti semplici, andandoli magari a cercare dai produttori diretti. Inoltre potete provare ad acquistare la pasta senza glutine e le farine speciali all’ingrosso, e poi usarle per preparare in casa i piatti a cui siete abituati: tirate fuori il vostro robot da cucina e imparate a realizzare in casa i vari impasti per pane, focacce, biscotti e dolci, rigorosamente gluten free.

In questo modo non dovrete fare più rinunce e potrete sedervi a tavola assieme agli altri commensali senza sentirvi diversi. Ancora meglio, potrete essere voi ad organizzare una cena gluten free, preparando tanti manicaretti e facendo apprezzare ai vostri amici e ai vostri cari ingredienti e ricette che non avrebbero mai provato.