Dieta proteica: ecco cosa mangiare per combattere la cellulite

di GianniPug Commenta

dieta proteica

Uno dei più diffusi regimi alimentari per perdere peso è indubbiamente la dieta proteica. Uno dei vantaggi di adottare questo sistema dietetico è senz’altro quello di poter ottenere dei risultati piuttosto stabili. Non è veloce come altre diete, ma non necessita successivamente di alcun regime di mantenimento. Ci sono tanti benefici della dieta proteica ed è assolutamente possibile perdere peso con questa alimentazione. Gli effetti, tra l’altro, non si notano esclusivamente sul breve e medio periodo, ma anche a lunga gittata, dal momento che impone molte meno costrizioni a chi la segue.

Dieta proteica, cosa mangiare?

Come si può intuire, tutti quegli alimenti che presentano una notevole concentrazione di proteine sono i benvenuti. Quelli più sfruttati sono il pesce e la carne. Il pesce, tra molluschi e crostacei, garantisce un apporto piuttosto alto di Omega 3. Le diete iperproteiche, invece, accentuano ancora di più la scelta di alimenti con una notevole concentrazione di proteine, prediligendole rispetto a quelle con fibre o zuccheri. Nella dieta proteica si preferisce puntare su carne magra: vanno benissimo tacchino, manzo o pollo.  Sarebbe meglio evitare gli eccessi di grasso, e ciò equivale a dire di voler proteggere l’apparato cardiovascolare da vari disturbi.

Ovviamente, vanno molto bene anche frutta e verdura. In particolar modo, la frutta secca è molto ricca di proteine: ad esempio, è consigliabile mangiare gli anacardi, le noci, le mandorle, i pinoli o i pistacchi per far sì che il nostro corpo riceva altre proteine. Anche i semi di girasole e di zucca sono un’ottima fonte proteica. Tra l’altro, i legumi sono una notevole fonte di fibre e proteine, soprattutto se si parla delle lenticchie, dei ceci e dei fagioli: infatti, il contenuto medio di proteine per 100 g di legumi non ha niente da invidiare al contenuto di proteine per 100 g di carne cruda.

Un altro alimento che ha un elevatissimo contenuto di proteine sono le uova: 100 g di uova contengono una quantità di proteine pari a 13 g. La loro quota proteica è presente sia nel tuorlo che nell’albume (concentrandosi prevalentemente in quest’ultimo), mentre i grassi e il colesterolo sono presenti solamente nel tuorlo.

Dieta proteica e stitichezza

A poter soffrire di stitichezza sono soprattutto le persone che seguono diete iperproteiche. Con l’assunzione di un quantitativo troppo elevato di proteine, il corpo fa molta più fatica a digerire, così come l’intestino incontra vari problemi nella gestione della regolarità. Quindi, frutta e verdura, ma anche un buon quantitativo di fibre sono fondamentali per garantire un corretto bilanciamento ed evitare problemi di stitichezza.

Infatti, se si apporta un buon quantitativo di fibre assieme a quello proteico, allora si riesce ad avere una maggiore regolarità intestinale. Le proteine interessate sono quelle di origine animale, con una concentrazione superiore al 20 %, e tra queste rientrano quelle provenienti da: carne rossa, bianca (come ad esempio la carne del pollo), pesce e formaggio.

Queste proteine stimolano la produzione di acido cloridrico, ma questa azione è possibile solo se nello stomaco vi è una forte acidità. Se tutto ciò non avviene, la conseguenza è una digestione incompleta delle proteine e un conseguente gonfiore addominale. Questo tipo di digestione provoca, nella maggior parte dei casi, problemi di stitichezza e di gonfiore addominale, oltre che senso di pienezza. Per questo motivo, se si abbina la frutta e la verdura (meglio se cotta) ad una dieta iperproteica, si può effettivamente riscontrare una maggiore capacità di evacuazione, così da evitare un fastidioso senso di gonfiore addominale e intestinale.

Dieta proteica e cellulite

Uno dei vantaggi di seguire la dieta proteica è indubbiamente quella di perdere peso, ma anche portare ad una riduzione dei gonfiori e di tutti i segni della cellulite. La pelle assume una maggiore tonicità. Aumenta la massa magra (ovvero, il muscolo) e diminuisce la massa grassa, così da ridurre anche la quantità di adipe nelle zone critiche. Gli alimenti consentiti in regime proteico vanno ad agire direttamente sul meccanismo della lipolisi, provocando uno stimolo nello smaltimento del grasso senza, però, modificare la massa muscolare.

Se si segue questo tipo di dieta in maniera costante e regolare, allora si potranno notare degli evidenti miglioramenti anche nell’arco di un paio di mesi (ovviamente in base alla velocità del vostro metabolismo). Ad esempio, per aiutare il proprio organismo a seguire la dieta proteica senza rimanere con il senso della fame, è sempre bene iniziare il pranzo e la cena con un bel piatto di verdure crude, così che, oltre a servire per l’apporto di fibre, vi danno un grande senso di sazietà.

Ovviamente, durante il periodo in cui seguite un certo regime alimentare, è fortemente sconsigliato bere alcolici, succhi di frutta o bibite gassate, mentre sono consigliatissime le tisane, i tè, e almeno due litri di acqua al giorno. In tal modo, vedrete degli effettivi miglioramenti che vi porteranno a continuare con questo tipo di dieta, senza però privarvi saltuariamente di alcuni piaceri culinari. Seguire una dieta non significa dover per forza rinunciare a cibi non prettamente ricchi di proteine, ma significa moderare le quantità di altri macronutrienti privilegiando l’apporto calorico.