Poche fibre e l’intestino si indebolisce

di Silvana Commenta

Secondo quanto dimostrato di recente da uno studio italiano, un’alimentazione carente di fibre potrebbe causare disturbi intestinali e indebolire la flora batterica, fondamentale per combattere agenti patogeni quali virus e batteri. I risultati della ricerca, coordinata da Paolo Lionetti, ricercatore dell’Università di Firenze, sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Pnas, Proceedings of the National Academy of Science.

Gli studiosi sono giunti a questa conclusione dopo aver analizzato la composizione e le caratteristiche della flora batterica intestinale di alcuni bambini occidentali e averle confrontate con quelle di bambini del Burkina Faso, che seguono un’alimentazione molto differente da quella tipicamente occidentale, se non altro perchè molto ricca di vegetali e cereali. 

Dal confronto è emerso che la flora batterica dei bambini africani è maggiormente ricca rispetto ai quella dei bambini italiani e vanta un maggior numero di acidi grassi, importantissimi per contrastare l’azione di agenti patogeni come la salmonella. Questo perchè una dieta povera di frutta, verdura e cereali e quindi povera di fibre, quale appunto quella dei bambini occidentali, impedisce alla flora batterica di rigenerarsi e di proteggere la salute dell’intestino.

I risultati della ricerca rappresentano per noi l’ennesima occasione per ribadire quanto sia importante che i bambini seguano una dieta sana ed equilibrata e rimangano il più possibile lontani dal terrificante cibo spazzatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>