Dieta del minestrone, conosciamola meglio

di Redazione

Il mondo delle diete è in continua evoluzione, periodicamente vengono proposti nuovi regimi alimentari dietetici più o meno strani, ma dopo il primo periodo di curiosità, sempre più persone finiscono per tornare alle diete classiche e collaudate; una di queste è la dieta del minestrone, una regime alimentare dietetico che promette di perdere cinque chilogrammi nel giro di pochi giorni, ma che è assolutamente squilibrato dal punto di vista nutrizionale.

Dieta del minestrone, in cosa consiste

La dieta del minestrone è una dieta tematica pensata, in origine, per i pazienti cardiopatici obesi del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, negli Stati Uniti e che, visti i risultati, si è diffusa in tutto il giorno. L’alimento base di questa dieta è il minestrone, preparato secondo diverse varianti e con vari ingredienti, al quale vanno aggiunte frutta e verdura in quantità.

La dieta del minestrone può essere seguita per una settimana, durante la quale è possibile arrivare a perdere fino a cinque chili che possono diventare otto se seguita anche per i sette giorni successivi, l’importante è non seguirla per più di 14 giorni. La dieta del minestrone è una dieta ipoproteica pertanto assolutamente non equilibrata dal punto di vista nutrizionale ma che, secondo i suoi sostenitori, è l’ideale per perdere peso velocemente.

Dieta del minestrone, i punti deboli

Come dicevamo, la dieta del minestrone non è equilibrata e oltre al grasso si rischiano di perdere anche i muscoli a causa delle poche proteine ingerite; inoltre, la dieta del minestrone non prevede il calcolo delle calorie, cosa che può rivelarsi un’arma a doppio taglio: visti i menù molto restrittivi, ma con consumo libero di frutta, si rischia di mangiarne troppa nella convinzione che non faccia ingrassare.

Tra i punti deboli della dieta del minestrone c’è anche il fatto che la colazione è assolutamente insufficiente: un caffè o un tè e al massimo della frutta o due fette biscottate, inutile dire che anche gli altri pasti di questa dieta possiedono un bassissimo indice di sazietà.

Infine, ma non ultimo in ordine di importanza, un grave deficit della dieta del minestrone è dato dal fatto che non trasmette un’educazione alimentare, nel senso che non insegna a cibarsi in maniera corretta, bensì propone solo un regime molto restrittivo volto alla sola perdita di peso.

Dieta del minestrone, i menù

Il minestrone, che è alla base di questa dieta, può essere preparato con diversi ingredienti: sei porri, oppure sei cipolle, un grande cavolo verza oppure un broccolo verde, cinque rape bianche o 500 g. di sedano o, ancora, un finocchio intero, due barattoli di pomodori pelati, dado vegetali e aromi a piacere.

Proprio per darvi un’idea di quanto sia restrittiva la dieta del minestrone vi forniamo, di seguito, i menù dei primi sette giorni di dieta.

Primo giorno

Colazione: caffè o tè, frutta fresca o cotta (ad eccezione di uva e banane)
Spuntino: succo di frutta non zuccherato
Pranzo: minestrone, frutta fresca o cotta
Merenda: succo di frutta non zuccherato
Cena: minestrone, frutta fresca o cotta

Secondo giorno

Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: minestrone, bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchio verde
Merenda: tè o caffè
Cena: minestrone, 350 g. di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva.

Terzo giorno

Colazione: tè o caffè, frutta fresca o cotta
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: minestrone, carote e carciofi crudi o cotti
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia

Quarto giorno

Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato;, frutta fresca o cotta
Spuntino: tè o caffè
Pranzo: 200 g. di yogurt magro, frutta fresca o cotta.
Merenda: tè
Cena: minestrone, un frappé di frutta

Quinto giorno

Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: 300 g. di pesce al vapore, pomodori
Merenda: tè
Cena: minestrone, 200 g. di pesce alla griglia

Sesto giorno

Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia, zucchine e finocchi al vapore
Merenda: tè
Cena: minestrone, 300-400 g. di pollo arrosto senza pelle

Settimo giorno

Colazione: caffè e due fette biscottate integrali con due cucchiaini di marmellata senza zucchero.
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: 150 g. di riso integrale con verdure a piacere, asparagi, cipolle e carote al vapore
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone, barbabietole e cetrioli