Come resistere alle tentazioni quando si è a dieta

Spread the love

Quando si è a dieta, tenere a bada l’appetito può essere davvero un’impresa! E come sappiamo, le tentazioni sono il nemico numero 1 di chi vuole perdere peso o semplicemente mantenersi in forma. Come fare, allora, per non cadere nella trappola dello “sgarro” e subito dopo del senso di colpa? Ecco, qualche consiglio per non diventare preda delle insaziabili voglie del palato!

La prima regola da seguire è tanto banale, quanto efficace: evitare di comprare patatine, crackers, merendine, c e quant’altro. In questo modo non avremo tentazioni in giro per la casa. Un sacrificio ben ricompensato, che permetterà di non vanificare gli sforzi della dieta. Un “taglio” che farà bene anche alla nostra salute, anche perché questi alimenti, non a caso definiti cibo spazzatura, sono ricchi di grassi idrogenati, che alzano i livelli di colesterolo cattivo e  aumentano il rischio cardiovascolare.

Quante volte vi è capitato di cedere alla tentazione anche per noia? Ebbene si, si può sgarrare non soltanto per golosità, ma anche per noia. Certamente, mandare giù un bel pezzo di torta Sacher o una busta intera di patatine mentre fuori piove e non sappiamo cosa fare, è il modo peggiore per ingannare il tempo. Meglio piuttosto mettersi ai fornelli e preparare un dolce light o una cena dietetica, gli spunti di certo non mancano ed è un modo piacevole per volersi bene.

Per evitare le tentazioni, una buona regola è evitare di sentire la fame che ci rimorde come la coscienza… l’errore più grave che si può fare quando si segue una dieta è arrivare all’ora di pranzo o di cena con la classica fame da lupo. Cercate di tamponare con spuntini a base di frutta, soprattutto le mele hanno un buon potere saziante, ma anche lo yogurt magro può essere un’ottima soluzione. Naturalmente, sulla nostra tavola non devono mai mancare le verdure, che saziano, ma apportando pochissime calorie.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento