I cibi portafortuna per l’anno nuovo

di Daniela Commenta

Ci siamo: oggi è l’ultimo giorno dell’anno e da domani arriverà finalmente il 2011; cogliendo l’occasione per augurarvi un nuovo anno ricco di soddisfazioni, vi vogliamo parlare di quali sono i cibi che, generalmente, vengono considerati dei portafortuna e che, per tradizione vengono consumati in occasione del cenone di Capodanno.

Il podio nella classifica dei cibi portafortuna va senz’altro alle lenticchie, che devono essere consumate in occasione del Capodanno, in quanto simbolo di ricchezza e prosperità: più semplicemente si dice che mangiare le lenticchie porta soldi!

L’usanza di accumunare le lenticchie ai soldi risale all’antichità, a causa della tradizione di regalare, alla fine dell’anno, una borsa di quelle in cui si conservavano le monete, piena di lenticchie con l’augurio che ogni lenticchia si trasformasse in soldi. La scelta delle lenticchie è dovuta proprio alla forma di questi legumi che ricordano le monete; in seguito si è unita la tradizione di consumare le lenticchie durante il cenone di Capodanno insieme al cotechino o allo zampone.

Attenzione, però, alle calorie di questi piatti, se non volete ritrovarvi in seguito con qualche chiletto da smaltire, limitatevi a una fettina di cotechino o zampone: essi apportano, rispettivamente, 343 e 361 calorie ogni 100 grammi. Un etto di lenticchie apporta 353 calorie, ma essendo legumi fanno bene alla salute e quindi è lecito consumarne un paio di cucchiaiate in più.

Oltre a lenticchie, cotechino e zampone, un cibo considerato benaugurale è la melagrana, i cui semi rossi sono considerati simboli di fertilità e di fortuna; a differenza dei cibi di cui vi abbiamo parlato prima, la melagrana non è calorica: contiene solo 63 calorie ogni 100 grammi.

Oltre all’Italia sono diversi i Paesi del mondo che considerano alcuni cibi portafortuna per il nuovo anno; ad esempio, in Germania, Irlanda e alcuni Stati americani, si usa mangiare il cavolo che, per via del colore verde, viene associato ai soldi; negli Stati Uniti del sud vengono consumati i fagioli dall’occhio nero, sempre come simbolo di ricchezza.

I paesi asiatici, invece, hanno la tradizione di servire per la cena dell’ultimo dell’anno i lunghi spaghetti noodles come simbolo di lunga vita; attenzione però: non devono essere spezzati con i denti prima di essere entrati interamente in bocca, altrimenti portano sfortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>