A dieta dall’età di due anni, l’incredibile storia di una bambina inglese

di Silvana Commenta

Cari lettori, oggi ho deciso di lasciare da parte per un attimo i temi dei quali mi occupo di consueto per raccontarvi la storia di una giovane mamma inglese (Aly Gilardoni) o meglio quella di sua figlia Corleigh, una splendida bambina di otto anni (entrambe nella foto). Ho fatto questa scelta perchè credo che la loro sia una storia talmente assurda da dover necessariamente indurre alcune riflessioni importanti, prima fra tutte sul legame, certamente arcinoto, tra salute mentale ed alimentazione, su come cioè disagi personali irrisolti possano tramutarsi in disturbi della condotta alimentare non necessariamente identificabili con anoressia e bulimia. Il caso di seguito esposto risulta forse ancora più atroce perchè coinvolge una bambina, vittima inconsapevole di un disagio di cui è la madre ad essere portatrice.

Aly, è una giovane mamma inglese. Sin da bambina ha sempre avuto qualche problema di sovrappeso, come del resto la sua di mamma, e non è mai riuscita ad accettare serenamente questo stato di cose. L’attenzione alla forma fisica l’ha sempre ossessionata. Riesce comunque a condurre una vita normale e diventata ormai una donna si sposa; dal suo matrimonio nasce una bambina, Corleigh appunto. Tutto sembra procedere per il meglio fino a quando il marito decide di lasciarla solo con la piccola che ha ormai compiuto due anni.

E’ stato proprio allora che, probabilmente stressata da questo evento di vita traumatico, Aly ha deciso di mettere a dieta la figlia: 700 calorie al giorno in luogo delle 1700 che le occorrono per crescere sana e forte. L’obiettivo: rendere la propria figlia bella e popolare come forse lei non si era sentita negli anni della scuola. Le conseguenze sulla bambina potete immaginarle. D’altra parte è la stessa donna ad ammetterlo:

Corleigh si guarda sempre allo specchio. Mi sento colpevole, ma è proprio così come voglio che sia.

Quanto alla salute fisica della piccola, i medici hanno registrato un leggero sottopeso ma giudicano il suo stato di salute buono; ciononostante i nutrizionisti inglesi dichiarano:

Aly sta infliggendo i suoi problemi nella mente di Corleigh. Deve vedere uno psichiatra. Il suo sistema immunitario soffrirà, la crescita ne risentirà, la pubertà sarà ritardata e potrebbe rischiare l’osteoporosi. Dal punto di vista psicologico, questo potrebbe portare la bambina a soffrire di anoressia, che in casi estremi la ucciderebbe.

Ditemi voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>