Semi di canapa, proprietà e usi

di Sara Mostaccio Commenta

I semi di canapa sono utili per la nostra dieta grazie ad un profilo nutrizionale molto interessante che si rivela molto completo per l’apporto di aminoacidi uniti a minerali e vitamine, tutti elementi preziosi per il benessere del nostro corpo.

semi di canapa

Il valore nutrizionale dei semi di canapa è costituito per un quarto da elementi proteici che comprendono tutti gli otto aminoacidi essenziali. Si va da leucina a isoleucina, da lisina a metionina, da treonina a fenilalanina per arrivare a valina e triptofano.

Si segnala anche la presenza di un’ottima quota lipidica costituita per il 75% a acidi grassi polinsaturi essenziali quali i acido linolenico, acido linoleico e acido alfalinoleico, determinanti per il funzionamento muscolare, ghiandolare e nervoso. Presenti anche omega 3 e omega 6 che agiscono anche sul sistema metabolico.

Quanto alle vitamine invece abbonda la vitamina E, dall’alto potere antiossidante e protettivo delle cellule dei tessuti. Buone anche le quantità di minerali tra cui spiccano calcio, potassio e magnesio. Grazie a tutte queste virtù, i semi di canapa sono un alimento completo e dai grandi benefici sul corpo.

Si possono consumare crudi aggiungendoli alle insalate o ai centrifugati, alla tazza di cereali a colazione, allo yogurt, sui dessert, nel pane, nelle zuppe. Si prestano facilmente a diversi usi e non risultano invadenti nel gusto. Si utilizzano anche per la preparazione dell’olio di canapa che si può utilizzare a crudo per condire le pietanze.

I semi di canapa trovano facilmente in erboristeria, nei negozi bio e in molti supermercati con un reparto dedicato al biologico e all’alimentazione naturale, sia integrali che decorticati. In erboristeria si trova anche l’olio di canapa ma controllate che sia spremuto a freddo e adatto per un uso alimentare e non cosmetico.

Photo | Thinkstock