Proteggere i denti e conservare un sorriso smagliante con l’alimentazione

di Mariposa Commenta

Un sorriso che incanta è davvero difficile da trovare. Sono numerose, infatti, le persone con i denti ingialliti o macchiati, magari perché fumano, osservano una scarsa igiene orale o semplicemente non fanno attenzione a quello che mangiano. L’alimentazione, infatti, è molto importante anche nella tutela della salute della bocca. Esistono dei cibi che aiutano a mantenere i denti più bianchi. Ma quali sono e in che modo agiscono?

I cibi che sbiancano i denti

Tra gli alimenti che aiutano lo splendore della dentatura, ci sono la frutta, la verdura e i latticini. Ovviamente, non tutto, ma quei prodotti vegetali croccanti, come le mele, il sedano o il cavolfiore. Sono di pasta bianca, quindi non tingono e inoltre favoriscono la salivazione, che difende dagli acidi che danneggiano lo smalto. Ma c’è di più. La masticazione aiuta la pulizia dei denti.  Promossi anche i latticini. In questo caso, più che di sbiancatura si parla proprio di salute: sono una fonte di calcio e di conseguenza irrobustiscono il dente preservandolo dalle carie. Inoltre, i formaggi stagionati contribuiscono all’igiene rimuovendo i residui di cibo tra un dente e l’altro.

I cibi che macchiano o danneggiano i denti

Questa categoria è decisamente più conosciuta. In linea di massima a macchiare i denti sono le sostanze colorate, quindi quelle scure, che tendono al marrone, al rosso o al viola, ricche di zuccheri o con l’aggiunta di coloranti artificiali (per esempio le bibite gassate). Che cosa dunque evitare? Tutti i prodotti che contengono caffè o tè, ma anche il vino, alcuni frutti di bosco o la salsa di soia. Ricordiamo poi che il danno maggiore è fatto dal tabacco, sia assunto tramite sigaretta sia con quello da masticare. L’unico accorgimento che si può prendere, oltre a smettere o a limitare, è lavarsi spessissimo i denti. Infine, bisogna stare attenti anche ai farmaci: l’uso prolungato di alcuni prodotti può arrecare gravi danni, difficili da eliminare anche con l’aiuto del dentista.

[Fonte: Corriere]

Photo Credits| ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>