Perdere peso nei punti critici

Spread the love

Per farcela devi per prima cosa disintossicarti e poi usare gli integratori naturali che sgonfiano e tolgono l’adipe solo dove serve. Lasciando curve e rotondità nei posti giusti. Gli accumuli di adipe e di liquidi in genere prediligono alcune zone del corpo, spesso  e risparmiandone altre in modo quasi completo. Così ci si ritrova con la pancia gonfia e le braccia snelle oppure col tronco esile ma gambe troppo pesanti, o ancora con l’addome piatto e fianchi debordanti: sono solo alcune delle tipologie più frequentemente riscontrate.

 È come se i depositi individuassero nel corpo dei punti di “fragilità” e si insinuassero in essi, come se conoscessero i nostri punti deboli. Ma allora: è possibile dima­grire in modo “mirato”, cioè andando a snellire soltanto o prevalentemente queste zone critiche? Chi ha praticato diete rigorose sa perfetta­mente che, quando si perdo­no tanti chili o comunque quando si dimagrisce oltre una certa soglia individuale, l’estetica ne può risentire. Molte persone, per esempio, non vogliono dimagrire più di un certo numero di chili, altrimenti poi il volto apparirà troppo scavato, il seno (nel caso delle donne) diven­terà cadente oppure compariranno flaccidità indesiderate e smagliature.

 Per evitare tutto ciò, il segreto sta nel dimagrire in modo ar­monico e rispettando le proporzioni tra i vari segmenti del nostro corpo. Come fare? Molto dipende da come viene impo­stato originalmente il “proget­to” di dimagrimento. Per avere buoni risultati occorre considerare almeno tre mo­menti fondamentali:

  1. disintossicazione generale;
  2. correzione della dieta;
  3. utilizzo di rimedi su misura ad azione bruciagrassi “mirata” sui punti critici tipici di ciascuno.

Seguiteci nei prossimi post e vi indicheremo i rimedi giusti adatti ad ognuna di voi!

Lascia un commento