Oli per friggere, quali i più indicati?

olio migliore per friggere

Sappiamo tutti che con le fritture è meglio non esagerare e questo non solo perchè gli alimenti preparati con questo metodo di cottura si presentano in genere più calorici e meno digeribili. Infatti i grassi, vegetali o di origine animale, impiegati per la frittura raggiungono temperature molto elevate che ne alterano la struttura molecolare e causano la produzione di una sostanza nociva per l’organismo, l’acroleina, visibile sotto forma di fumo ed altamente nociva per fegato e mucosa gastrica.

Questo accade tanto più rapidamente quanto più l’olio è ricco di grassi polinsaturi, quindi instabile e poco resistente alle alte temperature. Il cosiddetto punto di fumo, ovvero la temperatura massima raggiungibile da un grasso prima che cominci a degradarsi e ad emettere sostanze tossiche, varia infatti di grasso in grasso anche in funzione della sua composizione originaria, del processo di raffinazione cui viene sottoposto, e del tempo di esposizione al calore.

Date queste premesse, quale olio è più indicato per ottenere il risultato migliore? Sicuramente la nostra scelta dovrà cadere su quelli più stabili e resistenti alle temperature elevate: l’olio di arachidi e l’olio di oliva sono fra questi e non a caso il loro utilizzo è stato raccomandato dal Ministero della sanità attraverso una circolare emanata nel 1991 (Oli e grassi impiegati per friggere alimenti). Al contrario, l’olio di semi di girasole, di mais e di soia  hanno tutti un punto di fumo piuttosto basso e sono sconsigliati.

Qale che sia l’olio scelto per friggere, meglio adottare alcuni accorgimenti durante la cottura: se è possibile non riutilizzare l’olio già usato e comunque non aggiungere mai a questo olio “pulito”, evitare le fritture prolungate e friggere comunque a temperatura controllata (precauzione resa possibile dall’utilizzo di una friggitrice dotata di termostato).

I nutrizionisti raccomandano inoltre di salare i fritti solo a fine cottura, perchè il sale aggiunto all’olio in cottura ne accelera il processo di ossidazione.

Condividi l'articolo:

13 commenti su “Oli per friggere, quali i più indicati?”

  1. Hello There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I will be sure to bookmark it and return to read more of your useful info. Thanks for the post. I will certainly return.

    Rispondi
  2. Together with everything which seems to be developing within this particular subject material, all your points of view are generally relatively stimulating. Nonetheless, I appologize, but I can not subscribe to your entire theory, all be it refreshing none the less. It looks to everyone that your commentary are actually not totally validated and in simple fact you are generally your self not even thoroughly confident of your assertion. In any case I did appreciate reading through it.

    Rispondi
  3. Hiya, I am really glad I have found this information. Nowadays bloggers publish just about gossips and internet and this is really irritating. A good blog with exciting content, that is what I need. Thank you for keeping this web site, I’ll be visiting it. Do you do newsletters? Can not find it.

    Rispondi
  4. I really like your blog.. very nice colors & theme. Did you create this website yourself or did you hire someone to do it for you? Plz answer back as I’m looking to create my own blog and would like to know where u got this from. thanks

    Rispondi
  5. Thank you, I’ve just been looking for info about this topic for ages and yours is the greatest I’ve discovered so far. But, what about the bottom line? Are you sure about the source?

    Rispondi
  6. I have been browsing online more than three hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me. Personally, if all site owners and bloggers made good content as you did, the web will be much more useful than ever before.

    Rispondi

Lascia un commento