Giornata Mondiale dell’Omeopatia, una cura alternativa

di Rosanna Commenta

Il 10 Aprile è la Giornata Mondiale dell’Omeopatia. In tutto il mondo si festeggia Samuel Hahnemann, il fondatore della medicina omeopatica . Per l’anniversario del 2010, la FIAMO, Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati, aderisce insieme alle associazioni europee, all’iniziativa e lancia in venti città italiane la sua campagna di informazione e di raccolta fondi per le iniziative umanitarie, come l’ambulatorio gratuito all’Aquila, e per la ricerca in medicina omeopatica, con la quale si sono curati già quasi dieci milioni di italiani negli ultimi due anni.

La FIAMO promuove la Giornata dell’Omeopatia, con una serie di manifestazioni che coinvolgono venti città italiane (Torino, Milano, Bergamo, Verona, Trieste, Trento, Modena, Bologna, Genova, Firenze, Lanciano, L’Aquila, Roma, Cagliari, Terni, Perugia, Napoli, Barletta, Reggio Calabria, Palermo, Catania), nelle cui piazze sono presenti Gazebo per fornire informazioni, distribuire materiale informativo, fra cui la rivista gratuita per i pazienti Il Granulo e notizie sull’attività della FIAMO. In ognuna delle venti città si svolgono eventi, conferenze, presentazioni di libri sull’omeopatia, convegni con la partecipazione di pazienti e medici omeopati. La Giornata dell’Omeopatia vuole essere un evento che raccoglie l’interesse di chi ha scelto di usare la medicina omeopatica per curarsi e si propone di far comprendere a chi non usa l’omeopatia o a chi la avversa l’importanza del confronto con un paradigma scientifico diverso, rinforzando il messaggio della libertà di scelta terapeutica. Una scelta può essere libera solo se informata e consapevole.

FIAMO si propone di comunicare e diffondere le nuove acquisizioni a favore della medicina omeopatica, far comprendere l’importanza della ricerca scientifica e dunque la necessità di destinare dei fondi per migliorare la qualità della ricerca. La raccolta di fondi a favore della ricerca in medicina omeopatica è uno strumento a disposizione dei cittadini per migliorare la qualità delle cure mediche che ricevono e sfatare una serie di luoghi comuni e false notizie sull’omeopatia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>