Dieta con pochi zuccheri contro il tumore

di Redazione Commenta

Secondo quanto emerso da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della University of Alabama di Birmingham e pubblicato sulla rivista scientifica Faseb Journal, consumare meno glucosio, il più comune fra gli zuccheri, allunga la vita delle cellule polmonari sane accelerando allo stesso tempo il processo di eliminazione di quelle polmonari pre-cancerose, contrastando, di conseguenza, la crescita e la diffusione del tumore.

I risultati della ricerca confermano quindi, come spiega Trygve Tollefsbol, coordinatore del gruppo di studiosi,  i benefici ottenibili dalla restrizione calorica sul nostro stato di salute. Controllare l’introito calorico, in altre parole, rende longeve le cellule sane e aiuta l’organismo a mettere fuori combattimento quelle malate.

Nel corso dello studio i ricercatori hanno analizzato cellule umane polmonari sane e pre-cancerose in provetta testando su queste gli effetti del glucosio; in questo modo hanno potuto osservare come bassi livelli di glucosio inducano le cellule sane a crescere più di quanto non facciano in presenza di livelli di glucosio più elevati, ma provochino più rapidamente la morte delle cellule pre-cancerose.

In particolare, sarebbero due i geni chiave coinvolti nella risposta cellulare al basso consumo di glucosio: il primo gene (telemerasi), codifica un enzima importante che permette alle cellule di dividersi all’infinito, il secondo gene (p16) codifica una proteina anti-cancro.

D’altra parte già qualche tempo fa una ricerca condotta in Corea, all’università di Seul, e pubblicata sul Journal of the American Medical Association, aveva stabilito un legame fra elevati livelli di glucosio nel sangue e il rischio di insorgenza di alcuni tumori. Quella dell’Università dell’Alabama rappresenta quindi l’ennesima ricerca che mette in guardia dagli eccessi a tavola e se solo pensiamo a tutti quelli ai quali ciascuno di noi ha senza dubbio ceduto in questi giorni di festa…dobbiamo per forza concludere che è proprio il caso di cominciare a darsi una regolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>