Insonnia per il caldo? Seguiamo il menù anti-insonnia

di Redazione

L’insonnia da caldo ci accompagna ancora anche al rientro dalle vacanze e merita dunque un’attenzione particolare, perché può risultare estremamente debilitante, riducendo durante il giorno la vitalità e l’attenzione. Ecco alcune indicazioni utili da mettere in pratica a tavola, sopratutto a cena, per scegliere i cibi giusti.

No all’aceto di vino, si all’aceto di mele:  l’aceto di vino “riscalda” l’organis­mo e lo acidifica, mentre quello di mele, ricco di potassio e magnesio, disintossica e  rinfresca. Un rimedio antinsonnia: prima di andare a dormire, prendete un cucchiaino di miele diluito in un cucchiaino di aceto di mele.

No allo zucchero bianco, si al miele:  lo zucchero bianco “brucia“, una volta ingerito, parte delle scorte di vitamine e  minerali che servono, tra l’altro, per difendersi dal caldo. Meglio il miele, aiuta anche a prendere sonno.

No a pane e pasta raffinati, si a prodotti integrali: i cereali e derivati raffinati riscaldano e non saziano, aumentando la sensazione di irritabilità e ansia che spesso accom­pagna l’insonnia estiva. I cereali integrali, mantenendo costante l’indice glicemico, saziano, disintossicano e rinfrescano.

No ai cibi stracotti, si ai cibi crudi e poco cotti: i cibi cotti a lungo perdono gran parte dei loro principi nutritivi, anche quelli utili per favorire il sonno, come le vitamine del gruppo B e il triptofano. Inoltre, riscaldano l’organismo. I cibi crudi o poco cotti ap­portano tutte le sostanze necessarie per il sistema nervoso e per far riposare bene.

Ecco cosa dovete fare per dormire bene:

  1. preparatevi fin dal mattino: aumentate l’apporto di sostanze rinfrescanti con spremute e succhi (anche di verdura)
  2. fate uno spuntino con frutta e semi: ancora frutta da scegliere tra quella di stagione, utile anche per l’apporto di liquidi e semi che grazie al loro contenuto di acidi grassi essenziali rigenerano il sistema nervoso e rilassano
  3. scegliete la carne e il pesce a pranzo: si perché le proteine tendono ad eccitare e quindi se le consumate a cena non vi aiuteranno a produrre le sostanze del buon sonno
  4. mangiate pasta o riso a cena: sono gli alimenti che apportano triptofano, necessario per la produzione di serotonina antinsonnia.
  5. Gustate un succo fresco prima di andare a dormire: ma che sia senza zucchero, come quello di mela che sia trasparente oppure di prugna o di mango
  6. Se il problema non si risolve: non sforzatevi di dormire e bevete un infuso freddo di carcadè e ginkgo.