La dieta alle alghe per essere magri come Victoria Beckham

di Redazione

Victoria Beckham è una delle donne più invidiate al mondo. E’ bellissima, dopo aver spopolato come Spice Girls ora si è affermata come stilista, ha un marito decisamente degno di nota ed ha dei figli meravigliosi. Insomma, la sua è una vita fortunata, da vera star. Eppure la sua magrezza è preoccupante. Si racconta che per mantenere questa linea, al limite del patologico, segua una dieta a base di alghe, sostanze ricche di fitonutrienti e di ferro, vitamina B12, aminoacidi ed estratti vegetali.

Come ben sappiamo non è assolutamente sufficiente sostituire con degli integratori, anche naturali, una dieta varia ed equilibrata. Non va quindi imitata o presa d’esempio. È però importante sapere che le alghe sono un alimento prezioso, perché stimolano il metabolismo e, se non ci sono problemi di tiroide, possono essere un valido aiuto nel perdere peso.

Com’è strutturata la dieta della posh spice? Prima di tutto a un regime ipocalorico associa moltissimo sport: ha tutti i giorni appuntamento fisso con la palestra. Oltre a bere bibite a base di alghe, consuma molto pesce, soprattutto azzurro e frutti di mare, anche se le porzioni sono davvero mignon. I suoi pasti quotidiani sono cinque e ciascuno ha la grandezza di un palmo di una mano. Non fa quindi differenza tra pranzo cena e spuntini, ma preferisce piccoli pasti per mantenere alto il metabolismo.

Beve il celebre sciroppo d’acero, che fa impazzire gli americani, diluito con acqua calda per depurarsi e non mangia mai la stessa cosa nell’arco della giornata. Per riassumere: mangia poco, ma cerca di variare il più possibile. Infatti, non è né vegetariana né vegana e il suo regime alimentare è tendenzialmente proteico.

Torniamo ora alle alghe, di cui abbiamo spesso parlato. Quali sono le più comuni? Sono famose la Palmaria palmata, ricca di ferro e di iodio, la kemp, che è nota come alga bruna e si può utilizzare per favorire il transito intestinale, e la chlorella, che è alla base di molti integratori per abbassare il colesterolo.

Photo Credits | Getty Images