Daikon, il ravanello bianco che scioglie i grassi

di Mariposa Commenta

Chi ha assaggiato almeno una volta il Daikon? Non sono moltissime le persone che conoscono le proprietà di questa radice, forse solo gli appassionati di cucina Giapponese. Come vedete dalla foto sembrano delle grosse carote bianche e sono, proprio per questo motivo, conosciute come ravanelli bianchi.

Il Daikon si consuma come contorno, proprio come se fosse una classica verdura e ha un gusto simile, nonostante sia più forte, a quello della carota. Sono in molti a sapere che il Giappone detiene il primato vecchiaia, nel senso che proprio in questo Paese le persone vivono di più e raggiungono l’anzianità in ottima forma. Il merito è dell’alimentazione, ricca di cibi sani, poca carne, molto pesce e tanti ortaggi, tra cui il Daikon (una curiosità sulle dimensioni: diametro 5/10 cm, lunghezza 30 cm).

Questa radice normalmente si consuma a crudo, all’interno delle classiche insalate, ma anche cotta per fare minestre e zuppe. È molto buona anche tagliata a rondelle e saltato in padella, con un po’ d’olio d’oliva. Tra le sue caratteristiche principali c’è quella di aiutare a dimagrire. Proprio così. È molto utile per sciogliere i depositi di grasso in eccesso. Inoltre, favorisce la digestione soprattutto dei fritti o di quei cibi molto unti e pesanti. Si consiglia il consumo alla fine dei pasti, proprio per favorirne lo smaltimento.

La vostra circolazione è rallentata? No, problem. Il Daikon ha proprietà diuretiche, drenanti e depurative. È quindi molto importante per contrastare i ristagni di liquidi e la ritenzione idrica. Poi è poco calorico (22 ogni 100 grammi) e ricchissimo di vitamina C.  Dove si può acquistare? In Italia non lo si trova molto facilmente. Ci sono alcuni negozi che vendono solo prodotti biologici che potrebbero esserne forniti. Altrimenti provate a ordinarlo. Potreste comperarlo già essiccato nelle erboristerie. Per farlo rinvenire, proprio come i funghi, basta metterlo a bagno.

 

Photo Credit| ThinkStock